Reato di clandestinità: un decreto del governo per cancellarlo

Il Nuovo Centrodestra si mette di traverso, ma il governo è intenzionato ad andare avanti.

112118771-594x3502.jpg

Si torna a parlare del reato di clandestinità e della sua possibile depenalizzazione. Argomento alquanto strano, in questo periodo di grande allerta nei confronti dell'immigrazione, ma un passo indietro rispetto all'articolo 10bis della Bossi-Fini del 1998 riuscirebbe probabilmente a semplificare la vita della magistratura, come spiega la presidente della Commissione Giustizia Donatella Ferranti: "La trasformazione del reato in illecito amministrativo non inciderebbe sulla funziona preventiva di deterrente della sanzione, ma avrebbe il pregio di consentire alla magistratura di interrogare i soggetti entrati in Italia clandestinamente senza considerarli indagati, ma come vittime del reato di traffico di esseri umani".

Ma se è così, perché l'abolizione non è ancora passata e anzi è stata rimandata di una settimana? Il fatto è che si è messo di mezzo il Nuovo Centrodestra, che non ritiene opportuno "politicamente" cancellare una legge di quel tipo mentre si è nel bel mezzo di quella che ancora viene chiamata emergenza migranti. "Politicamente non opportuno", significa che la mossa potrebbe anche essere giusta, ma poi come si fa a spiegarlo agli elettori di destra del partito di Alfano?

Da quanto anticipa Repubblica, l'abolizione potrebbe essere pronta nel giro di una settimana, fortemente voluta dal ministro della Giustizia Orlando e sponsorizzata dal procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Franco Roberti.

Ma come funzionerebbe, in pratica, l'abolizione del reato di clandestinità? Si tratta di un decreto legislativo firmato dal ministro Orlando composto da una dozzina di articoli tra cui alcune "modifiche in materia di disciplina dell'immigrazione". Tra queste, una riga porterebbe con sé la scritta: "L'articolo 10 bis della Legge Bossi-Fini è abrogato". Una depenalizzazione, quindi, chiesto più e più volte anche dall'Unione Europea, per l'assurdità del fatto che punisce non un comportamento illecito, ma uno status, quello di clandestino.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO