Sondaggi politici, 20 gennaio 2015: cresce il Pd, giù il Movimento 5 Stelle

Gli ultimi sondaggi politici mostrano un Pd in crescita, ma al ballottaggio avrebbe la meglio ancora una volta il Movimento 5 Stelle.

I sondaggi politici Emg trasmessi dal TgLa7 mostrano una situazione particolare: nel pieno del caos banche il partito di governo riprende infatti a crescere, mentre le forze d'opposizione - che in una situazione di questo tipo dovrebbero avere gioco facile - sono invece in difficoltà. Colpa, per quanto riguarda il M5S, del "caso Quarto", mentre più difficile capire le difficoltà di una Lega Nord che, comunque, ha perso da qualche tempo la sua incisività.

Il Partito Democratico, infatti, riprende a crescere e raggiunge il 31,3% (0,5); numeri ben lontani da quelli che il Pd conquistava anche solo pochi mesi fa, ma che fanno lo stesso tirare un sospiro sollievo nel momento in cui gli avversari fanno peggio: Movimento 5 Stelle al 27,6% (-0,6) e Lega Nord al 15,4% (-0,6).

Stabili gli altri partiti, con Forza Italia che guadagna due decimali e arriva all'11,6%, Fratelli d'Italia sempre forte al 5,3, Sinistra Italiana che guadagna 4 decimali e arriva al 3,8%, Ncd-Udc al 2,5%.

Da notare come il panorama cambierebbe non poco se si andasse al voto con il centrodestra riunito in un'unica lista, com'è altamente probabile. Il Pd sarebbe comunque il primo partito al 31,2%; ma il centrodestra lo tallonerebbe al 30,7, mentre il M5S non guadagnerebbe granché rimanendo al 28,4%.

Differenze di poco conto, comunque, che fanno pensare che al ballottaggio previsto dall'Italicum tutti e tre gli scenari sarebbero possibili.

E quindi: il M5S batterebbe il Partito Democratico (51,6% vs 48,4%); il Movimento 5 Stelle batterebbe anche il centrodestra (52,9% vs 47,1); mentre sarebbe il Pd ad avere la meglio sul centrodestra (52,2% vs 47,8%).

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO