I parlamentari non donano il sangue

Due volte all'anno, prima delle vacanze estive e di quelle di Natale, il deputato Pdl e veterinario Gianni Mancuso organizza degli incontri nell'infermeria della Camera una giornata di prelievi. Bene, in un periodo di 'lacrime e sangue' si potrebbe pensare in un impeto natalizio di generosità da parte della famigerata casta per aiutare l'Avis in un periodo in cui gli ospedali vanno in crisi. Questo almeno deve aver pensato Mancuso, medaglia d'oro dell'Avis per aver effettuato 75 donazioni in 53 anni.

"Il gruppo interparlamentare di donatori organizza due donazioni l'anno, una nel mese di giugno e una in quello di dicembre, perché questi periodi rappresentano, soprattutto nelle grandi città metropolitane, due momenti critici il reperimento di unità di sangue. Quella di dicembre, nel periodo natalizio, può essere anche l'occasione per fare un bel gesto una sorta di dono a chi necessita di una trasfusione o comunque di ricevere sangue, prima poi".

Beh, l'appello non ha avuto molto successo, visto che a farsi mettere il laccio emostatico sono stati solo 2 senatori e 17 deputati (su 945). Ecco l'elenco dei generosi onorevoli:
Pierferdinando Casini e Luciano Ciocchetti dell'Udc; i Pdl Giorgia Meloni, Alberto Giorgetti, Carlo Nola, Gianfranco Conte, Paolo Vella, Luca Bellotti, Francesco Amoruso, Gennaro Coronella; i Pd Luigi Bobba, Mimmo Lucà, Pina Picierno; i leghisti Roberto Simonetti, Stefano Allasia, Davide Cavallotto; l’Idv Carlo Monai, Roberto Menia di Fli.

Foto |© Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO