Referendum costituzionale 2016, sondaggi: i "no" in vantaggio

Un sondaggio "riservatissimo" (e quindi da prendere con le pinze) racconta dello scetticismo degli italiani.

articolo 2 riforma senato

Il referendum costituzionale 2016 è uno degli appuntamenti decisivi di questo anno elettorale. Si voterà per avallare quel pacchetto di riforme tra cui la principale è sicuramente la riforma del Senato, una delle due riforme simbolo del governo Renzi.

Più che puntare sul contenuto, però, Renzi ha iniziato a promuovere il referendum facendone un plebiscito su se stesso e il suo governo, arrivando addirittura a promettere di lasciare la politica in caso di vittoria del "no". Ma per il premier il momento non è dei più positivi, così - stando a un sondaggio "riservato" rivelato da Affari Italiani - le cose potrebbero decisamente sfuggirgli di mano:

Ci sarebbe infatti un sondaggio fresco e riservatissimo, arrivato in queste ore sul tavolo di Matteo Renzi, che segnala come al momento i no al referendum confermativo sulla riforma costituzionale (ddl Boschi) previsto in autunno siano in netto vantaggio sui sì: 60 a 40% con circa 4 italiani su 10 che ancora non si esprimono.

Va però detto che il referendum è ancora lontano, si voterà in autunno, ragion per cui è difficile pensare di poter valutare adesso la reazione degli italiani a una campagna referendaria che non è ancora partita. Certo, la mossa di Renzi di trasformarlo in un referendum su se stesso potrebbe essere molto rischiosa, soprattutto visto che da un punto di vista economico le cose non sembrano mettersi al meglio e gli elettori potrebbero decidere di bocciare le riforme per punire il governo che aveva promesso di cambiare il passo del paese.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO