Migranti, l’Austria annuncia: "Controlli ai valichi con l'Italia"

confine-italia-austria-01.jpg

Johanna Mikl Leitner e Hans Peter Doskozil, rispettivamente ministro degli Interni e ministro della Difesa austriaci, hanno confermato oggi quanto vociferato nei giorni scorsi: l’Austria mettere in piedi un sistema di controlli approfonditi per limitare il flusso dei migranti in arrivo nel Paese dall’Italia, arrivando anche ad ipotizzare la realizzazione di vere e proprie recinzioni.

Al momento sono previsti dei presidi sui valichi con l’Italia - Tarvisio, Brennero e Resia - con ben 12 varchi presidiati sul confine meridionale austriaco. Questo significa che le autorità austriache rivolgeranno maggiore attenzione alle automobili in transito, così come ai treni e alle persone che dall’Italia entreranno in Austria.

Controlli e punti di osservazione sulla frontiera che potrebbero in futuro sfociare in vere e proprie recensioni, come fatto da altri Paesi dell’Europa:

In virtù della particolare storia legata al confine del Brennero la cooperazione sarà molto intensa ma resta chiaro che, se necessarie da parte del management, saranno installate anche recinzioni.

Il ministro Mikl-Leitner, intervenendo all’incontro sull’emergenza migranti a cui hanno partecipato anche il governatore del Trentino Ugo Rossi, quello dell’Alto Adige Arno Kompatscher e del Tirolo Guenther Platter, ha spiegato che sarà esteso al confine italiano lo stesso sistema di controllo già applicato al confine tra l’Austria e l’Ungheria.

Kompatscher, lo scrive Regioni.it, ha dichiarato:

Siamo tutti concordi nel considerare improrogabile l’intervento dell’Europa, la Ministra degli interni austriaca ci ha comunque assicurato che ogni misura riguardante il Brennero verrà pianificata e coordinata d’intesa con l’Euregio. Dobbiamo essere preparati ad affrontare ogni tipo di possibile scenario, ed è dunque fondamentale riuscire a pianificare per farsi trovare pronti.

Il governatore dell’Alto Adige ha comunque precisato che si tratterà di misure temporanee:

Dobbiamo prendere atto che la situazione attuale è straordinaria, e che alcuni singoli stati membri della UE intendono intensificare i controlli ai confini. Dovrà comunque trattarsi di misure temporanee, e come Euregio ci impegneremo a fornire il nostro contributo per gestire l’emergenza nel modo migliore possibile.

confine-italia-austria-02.jpg

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO