Grexit: Merkel propose a Hollande un'uscita temporanea dall'euro della Grecia?

(From L) German Chancellor Angela Merkel, French President Francois Hollande, and Greek Prime Minister Alexis Tsipras confer prior to the start of a summit of Eurozone heads of state in Brussels on July 12, 2015. The EU cancelled a full 28-nation summit to decide whether Greece stays in the European single currency as a divided eurozone struggled to reach a reform-for-bailout deal.  AFP PHOTO / JOHN MACDOUGALL        (Photo credit should read JOHN MACDOUGALL/AFP/Getty Images)

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, avrebbe proposto l'uscita della Grecia dall'euro al presidente francese, Francois Hollande, subito dopo il referendum sul piano di salvataggio e prima del cruciale vertice dell'Eurogruppo del luglio 2015, in cui Alexis Tsipras accettò le condizioni imposte da Bruxelles (e Berlino).

A lanciare l'indiscrezione è il quotidiano ellenico ekathimerini, Secondo la ricostruzione diffusa da fonti rimaste anonime, Hollande e Merkel si videro a cena, a Parigi, il 6 luglio, il giorno dopo che il 61% dei greci aveva votato contro l'accordo offerto agli istituti di credito del paese europeo maggiormente colpito dall'austerity. In quell'occasione, pare che la cancelliera avrebbe chiesto all'inquilino dell'Eliseo cosa ne pensasse di una Grexit temporanea.

Hollande, per parte sua, sollevò perplessità sul fatto che una ipotesi del genere potesse risolvere i problemi di Atene. Inoltre, aggiunse che se si fosse messa in atto una Grexit per cinque anni, la Grecia a quel punto non sarebbe più tornata indietro.

In seguito al rifiuto di Hollande, la Merkel non riprese più l'argomento con il suo omologo francese. E' possibile poi che l'ipotesi di un'uscita temporanea dall'euro sia stata discussa dalla cancelliera durante un incontro (il 9 luglio a Berlino) con il vice cancelliere socialdemocratico, Sigmar Gabriel e il ministro degli Esteri, Frank-Walter Steinmeier. I tre politici avrebbero allora convenuto di usare la Grexit nell'incipiente Eurogruppo per spingere Atene verso l'accettazione di un nuovo accordo di salvataggio.

Conclude un funzionario tedesco al giornale tedesco: "quello che ci scioccò fu il modo in cui vennero fissato i termini per permanenza della Grecia nell'euro [...] Erano così umilianti che l'obiettivo sembrava quello di mettere la Grecia nelle condizioni di non accettare".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO