Lombardia, bocciata legge anti-moschee dalla Consulta. Maroni: "Sinistra esulta, Allah Akbar"

Italian Interior Minister Roberto Maroni

La Corte Costituzionale ha accolto il ricorso contro la legge regionale della Lombardia (approvata con i soli voti della maggioranza di centrodestra) che imponeva restrizioni urbanistiche per la realizzazione di luoghi di culto sul territorio. La cosiddetta "legge antimoschee" era stata impugnata dal Governo Renzi, cosa che aveva scatenato le ire di Roberto Maroni e Matteo Salvini.

Oggi Maroni ha scelto di commentare, nel suo stile, la bocciatura della Consulta su Twitter. Ecco come ha "cinguettato" il Presidente della Regione Lombardia: "La Consulta ha bocciato la nostra legge che regolamentava la costruzione di nuove moschee. La sinistra esulta: Allah Akbar".


La legge, tra le altre cose, prevedeva che le varie confessioni religiose (sia quelle che hanno firmato accordi con lo Stato sia quello che non lo hanno fatto) dovevano impegnarsi "a rispettare il paesaggio lombardo". Tuttavia le richieste avanzate degli isalmici per la costruzione di nuove moschee, secondo quanto riportato da Repubblica, erano sottoposte ad un passaggio in più. Non era sufficiente la stipula di convenzioni urbanistiche con i Comuni, ma anche un ulteriore controllo da parte di una Consulta regionale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO