Libia: le opposizioni chiedono a Renzi di riferire in parlamento

BERLIN, GERMANY - JULY 01:  Italian Prime Minister Matteo Renzi and German Chancellor Angela Merkel (not pictured) speak to the media following talks at the Chancellery on July 1, 2015 in Berlin, Germany. The two leaders discussed the Greek debt crisis and Europe's refugee situation, among other issues.  (Photo by Sean Gallup/Getty Images)

Ieri, nel corso di una conferenza stampa al Pentagono, il segretario alla Difesa americano Ashton Carter ha parlato di un "ruolo guida dell'Italia in Libia". Tuttavia, insieme al generale Joseph Dunford, ha precisato che la coalizione entrerà in azione nel paese nord africano solo quando ci sarà un governo.

Tuttavia la vicenda sta diventando poco limpida. Oggi, come riportano le agenzie, il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, da New York ha smentito l'invio di truppe in Libia. "E'impossibile escludere una minaccia terroristica, ma se qualcuno cerca di giustificare con tale minaccia spedizioni nel deserto, questo non collima con quanto pensa il governo italiano", ha precisato il titolare della Farnesina.

Dopo la vicenda di Sigonella, in cui il governo, con tutti i bizantinismi del caso, ha dato la sua approvazione alla partenza di droni armati americani senza consultare il Parlamento, è normale pretendere chiarimenti. Così le opposizioni hanno chiesto alla Camera che l'esecutivo riferisca immediatamente sul coinvolgimento italiano nel conflitto libico.

"E' gravissimo che il Parlamento non sia stato informato dal governo", ha dichiarato Massimiliano Fedriga (Lega Nord). Arturo Scotto (Sinistra Italiana) aggiunge,: "Le risposte al question time non ci bastano più. Renzi venga a riferire in Aula". E Alessandro Di Battista (M5S) commenta: "un nuovo concetto di guerra all'insaputa del popolo italiano". Significativo il silenzio di Forza Italia.

Intanto, a rendere ancora più opaca la situazione, è la presenza di truppe inglesi al confine della Tunisia, annunciata oggi dal ministro degli Esteri britannico, Michael Fallon. A ciò si deve aggiungere che si fanno sempre più insistenti le voci di forze francesi sul campo. Qualcuno dice a fianco del generale Haftar.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO