Germania: Corte costituzionale valuta messa al bando dei neonazisti di Ndp

Sono passati sessant'anni da quando in Germania non veniva messo al bando un partito politico. Ora potrebbe accadere nuovamente, la Corte costituzionale sta valutando di dichiarare illegale il partito neonazista di Ndp (Nationaldemokratische Partei Deutschlands). A Karlsruhe, sede della Suprema corte, sono previsti tre giorni di udienze, in cui i sedici giudici sceglieranno se la formazione di estrema destra rispetta o meno i principi fondanti della Repubblica Federale.

Finora nella Germania post Seconda guerra mondiale sono stati messi fuori legge due partiti: il Partito socialista del Reich, una formazione neonazista, nel 1952 e il Kpd (Partito comunista della Germania) nel 1956.

Nel corso di questa settimana, la Corte dovrà esprimersi sulla base di un documentato presentato da 16 Lander nel 2013. Ivi la formazione di Ndp, antisemita e xenofoba, viene presentata come una minaccia per la democrazia.

Il governo presieduto da Angela Markel ha sostenuto il caso, ma non ha dato la sua adesione formale al documento inoltrato dal Bundesrat. Il portavoce della cancelliera, Steffen Seibert, ha comunque in più occasioni definito l'Ndp come "partito anti-costituzionale”.

Segnaliamo che questo è il secondo tentativo di mettere al bando Ndp. La prima volta fu nel 2003, ma i ricorrenti non riuscirono a spuntarla. Non è facile, infatti, dimostrare che una formazione voglia rovesciare l'ordine costituzionale. La propaganda razzista, da sola, non basta a vietare l'esistenza di un partito.

Ricordiamo che in Germana, da mesi, si verificando attacchi contro i centri d’accoglienza per rifugiati. Tra le varie aggressioni, a fare scalpore è stata quella fascista di Clausnitz, in Sassonia. Qui un centinaio di tedeschi ha circondato un autobus con 15 profughi, scandendo slogan xenofobi.

Preoccupa, inoltre, che espressioni proprie dell'estrema destra siano state ultimamente riprese dal movimento islamofobo Pegida e dagli esponenti più radicali della AfD, il partito della destra populista che nei sondaggi è dato al 10-11%.

Npd è stato fondato nel 1964 ed ha raccolto l'eredità della Deutsche Reichspartei. Quest'ultima fu una formazione che si ispirava al nazionalsocialismo e si dissolse nel 1952. Razzismo, protezionismo economico e nazionalismo sono le idee cardine dei nazionaldemocratici. Nelle elezioni nazionali, non hanno mai conseguito ottimi risultati, il massimo ottenuto è stato il 4,3% (senza superare la soglia di sbarramento) nel '69.

Attualmente, Ndp conta 5.200 iscritti e un eurodeputato, cinque deputati regionali (in un unico Land, il Meclemburgo-Pomerania occidentale) e oltre 360 mandati comunali, in particolare ad Est.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO