Corea del Nord, Kim Jong-un: "pronti nuovi test nucleari"

SKOREA-NKOREA-POLITICS-KIM

Il dittatore nordcoreano, Kim Jong-un, in risposta alle esercitazioni congiunte messe in atto da Corea del Sud e Stati Uniti, avrebbe ordinato nuovi test nucleari. A dirlo è l'agenzia di stampa ufficiale, Kcna.

Seul e Washington hanno dato inizio alle esercitazioni il 7 marzo, le più imponenti di sempre dei due paesi alleati. Per l'occasione sono schierati 15 mila soldati statunitensi, quattro F-22 Raptor (superjet invisibili), una portaerei a propulsione nucleare e un vasto apparato di tecnologia militare. Così Pyongyang ha subito minacciato una risposta.

Kim, assistendo al lancio di missile balistico, ha evidenziato che è pronto ad "effettuare test nucleari per valutare la potenza distruttrice delle testate appena fabbricate". La nuova minaccia del leader supremo arriva dopo l'annuncio di ieri, nel quale è stato specificato che la Corea del Nord è in possesso di testate nucleari miniaturizzate.

Inoltre, sempre nelle ultime 48 ore, Pyongyang ha lanciato due missili a corto raggio nel Mar del Giappone. Per il capo di Stato Maggiore sudcoreano i "due missili sono stati sparati intorno ore 5.20 locali dalla provincia settentrionale di Hwanghae e hanno colpito le acque a nord-est della città portuale di Wonsan al largo della costa orientale del Paese. Sembrerebbe che i missili abbiano volato alla velocità di circa 500 chilometri".

Secondo Kca, Kim ha promesso "attacchi mortali ai nemici da qualsiasi posto, da terra, aria, mare ed anche da postazioni sottomarine". In pochi pensano però che in questo senso potrebbe passare all'azione. E' probabile che, dopo le ultime severe sanzioni decise dall'Onu, il dittatore voglia giocare sulla strategia del "nemico esterno" per rinsaldare il suo potere in vista del prossimo congresso di maggio del Partito dei Lavoratori (Plc).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO