USA 2016: il piano dei repubblicani per fermare Donald Trump

Una campagna di 100 giorni per evitare che davvero Donald Trump diventi il candidato repubblicano.

donald-trump.jpg

I repubblicani sono pronti a forzare tutte le regole - scritte o convenzionali - pur di fermare la corsa di Donald Trump alla nomination. E hanno le loro buone ragioni, viste le peculiarità del personaggio e la sconfitta inevitabile alla quale li consegnerebbe. Ma come si può fare a bloccare la candidatura a presidente di un uomo in grado di conquistare consensi e di vincere primarie in ogni zona degli Stati Uniti?

A partire dal 5 aprile, quando si terranno le importanti primarie del Wisconsin, si lavorerà allo scopo di convincere i delegati finora conquistati da Trump a non accordargli il loro voto durante la convention. Una misura sicuramente estrema, visto che i delegati dovrebbero limitarsi a confermare il volere popolare uscito dalle urne, ma che farebbe leva sulla loro possibilità di cambiare candidato, se ritenuto necessario.

Si tratterebbe quindi di fare pressioni sui singoli delegati, cercando di far comprendere loro quanto sarebbe disastrosa per il partito la candidatura del miliardario newyorchese. Per il momento, Trump è ancora lontano dai 1.237 delegati necessari, ma non è affatto detto che non riesca a conquistarli nelle prossime tappe delle primarie. Se si riuscisse a fermare Trump al di sotto di questa asticella, ecco che si potrebbe arrivare a una "broken convention", in cui i delegati avrebbero maggiori libertà di movimento.

A rendere più difficile la missione, il fatto che gli stessi repubblicani non hanno deciso se puntare su Ted Cruz - visto come più forte, ma comunque troppo estremo per il partito - o su John Kasich - che avrebbe tutto le carte in regola, ma non sembra abbastanza popolare. Una terza opzione sarebbe quella di puntare su un candidato indipendente, da presentare alla convention, che convinca tutto il fronte anti Trump. Un'opzione, comunque, che avrebbe senso solo nel caso in cui il front runner si fermasse sotto l'asticella dei 1.237 delegati.

Fonte | New York Times

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO