Berlusconi screditato da Hollande a Bruxelles: «Con lui ciò che è vero oggi non lo è necessariamente domani!»


Che con il Cavalier Berlusconi non guadagniamo certo in termini di credibilità internazionale, è ormai un dato di fatto, ma stavolta contro l'ex-presidente del Consiglio italiano si è scagliato direttamnete il President de la République François Hollande, che per screditare i propositi poco seri di Berlusconi non ha esitato a rielaborare persino una citazione di Ernst Hemingway «In Africa una cosa è vera all'alba è falsa a mezzogiorno», che applicata alla situazione attuale e al recente annuncio di candidatura, presa "poco seriamente" oltralpe e non solo, suona un po' così: "Con lui ciò che è vero oggi non lo è necessariamente domani!" e a Silvio, come suggeriscono dalla nostra redazione milanese, Hollande sembrerebbe concedere persino 12 ore in più.

Una sfiducia confermata dalle pagine di molti mezzi di comunicazione e telegiornali, oltre che dalle parole dell'inviato speciale del quotidiano Le Figaro a Bruxelles. Ma le dichiarazioni di Hollande, rilasciate alla stampa ieri sera dopo la riunione con i dirigenti europei, sono state ben più dure, dato che, in merito all'incontro tra Berlusconi (che in giornata aveva assistito all'incontro del PPE, il partito che riunisce i conservatori europei) e Monti, ha aggiunto che nonostante non fosse stato invitato immaginava sarcasticamente che si sia trattato di un qualcosa di "assez cocasse" (molto divertente, naturalmente in tono ironico, e a voler restare leggeri nella traduzione).

Europa in fronte comune: Tutti contro Berlusconi
In fondo non c'è troppo da stupirsi visto che il leader francese ha trovato in Mario Monti un alleato contro il dilagare della Germania in Europa, e la stessa Merkel, peraltro più democratica di Hollande, sostiene l'ipotesi di un nuovo governo Monti, se vanno in questa direzione i voleri elettivi degli italiani. Ma potrebbero aver giocato anche i recenti commenti derisori di Berlusconi che avrebbe preso in giro la Francia citando il caso Gerard Depardieu, trasferitosi recentemente in Belgio riaccendendo la polemica sulla fuga delle grandi fortune oltre le frontiere dell'héxagon.

Il Primo Ministro spagnolo Mariano Rajoy (sulla destra), il Primo Ministro italiano Mario Monti (sulla sinistra) e il Presidente francese François Hollande, posano prima di una delle riunioni del summit europeo di Bruxelles, 13 dicembre 2012.
AFP Photo/ POOL / Michel Euler (Photo credit should read MICHEL EULER/AFP/Getty Images)

Via | lefigaro.fr/international

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO