Sondaggi politici, 29 marzo 2016: stabili i partiti maggiori

Gli ultimi sondaggi politici confermano il trend: per ora, ben poco si muove.

I sondaggi politici Ixè trasmessi ad Agorà confermano quanto si è visto nelle ultime settimane: tra i partiti maggiori (e non solo) ben poco si muove. Una situazione prevedibile, visto il momento di stallo e privo di lotte decisive, e che probabilmente registrerà qualche scossone solo in vista delle decisive elezioni amministrative di questa fine primavera, in cui potrebbero registrarsi importanti cambiamenti che sicuramente influiranno anche sul quadro nazionale.

Per il Partito Democratico, comunque, vale il detto "nessuna nuova, buona nuova", visto che il gradimento rimane piuttosto elevato e che dopo quasi tre anni (tra Letta e Renzi) il partito di governo solitamente attraversa difficoltà ben più grosse di quelle che sta vivendo al momento il Pd, che infatti rimane stabile al 34,6%, con variazioni leggerissime rispetto alla settimana scorsa.

Lo stesso vale per il Movimento 5 Stelle, che guadagna solo due decimali e non va oltre il 25%. La distanza tra il primo e il secondo partito, quindi, rimane molto ampia, nell'ordine di dieci punti. Che poi è la stessa distanza che si registra tra il secondo e il terzo, vale a dire la Lega Nord, che perde due decimali ma rimane al 14,1%.

Perde tre decimali Forza Italia (10,2%), che rimane così per poco sopra la soglia psicologica del 10%, mentre sembra essere confermata la relativa forza di Sinistra Italiana, che per quanto non ancora un partito vero e proprio, per quanto privo di un leader (e probabilmente nel futuro Nichi Vendola assumerà un ruolo minore) riesce a stare sopra il 5%. Da sottolineare anche come Fratelli d'Italia non si giovi della candidatura di Giorgia Meloni a candidato sindaco di Roma, restano al 3,5%.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO