Legge Fornero: sindacati in piazza per cambiare la norma

People wave Italian General Confederation of Labour (CGIL) union flags as tourism industry workers gather during a rally of trade unions in downtown Rome on April 15, 2015. AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE        (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Cgil, Cisl e Uil oggi hanno indetto proteste unitarie in varie città italiane. Tutte le sigle sindacali chiedono di cambiare la Legge Fornero sulle pensioni. Il governo Renzi viene così sollecitato a cambiare i criteri di uscita, introducendo maggiore flessibilità. Non solo, dunque, si pretende un tetto massimo di 41 anni di contributi, ma anche una distinzione tra lavori usuranti e non.

Le organizzazioni sindacali sono scese in piazza a Roma, Napoli e Venezia. Annamaria Furlan, leader della Cisl, dalla capitale ha usato parole molte dure sulla Fornero: "ha alzato nel giro di una notte di sei-sette anni l'eta pensionabile dei lavoratori e delle lavoratrici. Migliaia di persone si sono trovate senza lavoro e senza pensione". Ed ha aggiunto: "non si può stare fino a 67 anni su una gru o su una impalcatura e tenere una classe materna di bambini".

Anche Carmelo Barbagallo, segretario della Uil, è intervenuto, condannando in generale tutte le politiche di austerity degli ultimi anni: " l'austerità ha impoverito il paese e ha arricchito di più i ricchi. E' uscito un dato: solo il 4 per cento dei cittadini guadagna più di 50mila euro all'anno. E' ridicolo a dirlo. Basta guardare alla Motorizzazione e a quante automobili ci sono in circolazione sopra il prezzo di 50mila euro".

Infine, Susanna Camusso, leader della Cgil, pone l'accento sul fatto che le proteste odierne non servono solo a chiedere il giusto riconoscimento dei diritti dei pensionati, ma anche dei giovani: "le pensioni devono cambiare radicalmente, deve cambiare la norma per quel che riguarda la costruzione di una previdenza per i giovani, la possibilità non di immaginarsi un futuro da poveri, ma di persone che nella loro vita lavorativa metteranno insieme una condizione civile di pensione".

Qualora il governo non si mostrasse disponibile al dialogo, i sindacati fanno sapere torneranno in piazza il prossimo 19 maggio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO