Francia: nasce 'En marche!'. Il movimento del ministro dell'economia Macron

French Economy and Industry minister Emmanuel Macron (C) speaks to journalists after his visit on April 6, 2016 at the plant of US multinational company Procter & Gamble, specialised in cleaning agents and personal care products. / AFP / POOL / FRANCOIS LO PRESTI        (Photo credit should read FRANCOIS LO PRESTI/AFP/Getty Images)

Emmanuel Macron, ministro dell'Economia francese, ha annunciato a sorpresa mercoledì che darà vita ad un proprio movimento. Il nuovo soggetto politico si chiamerà En marche! ("In cammino"). E l'esponente indipendente non ha del tutto escluso una sua possibile candidatura per le presidenziali del 2017.

L'annuncio del politico liberale, figura di primo piano del governo socialista, è arrivato da Amiens, sua città natale. Macron, protagonista di riforme che hanno trovato l'opposizione della sinistra del Ps, ha così aperto una spaccatura in seno all'esecutivo, in particolare con il premier Manuel Valls. Il primo ministro, già impegnato a far fronte al dissenso dei sindacati, non potrà guardare con favore ad una iniziativa che si prefigura come concorrenziale rispetto all'attuale azione dell'esecutivo.

Il ministro francese ha aggiunto che il suo movimento non sarà "né a destra né a sinistra". Probabilmente si presenterà come qualcosa di simile allo spagnolo Ciudadanos, che ha scelto di correre in alternativa ai partiti tradizionali e che si ispira ad una visione liberoscambista.

Ieri, ad Amiens, Macron ha detto ai suoi sostenitori di essere pronto "a lavorare con la gente, anche con quella che si ritiene di destra", perché "le distanze (tra destra e sinistra ndr.) sono ormai cosa obsoleta". Le divisioni, secondo il ministro, sarebbero un freno alla voglia di cambiamento che circola nel paese.

Ad Amiens, Macorn ha diffuso anche un video di presentazione del suo movimento. Nel filmato, sostiene che la Francia è "un Paese scleortizzato dai blocchi." Ed ha aggiunto: "Credo nella libertà, sociale, economica e politica [...] Nella nostra capacità di creare nuove regole di progresso. E credo nell'Europa ".

Macron è diventato ministro dell'Economia nell'agosto del 2014. Ha studiato all'Ena (Scuola nazionale di amministrazione), prestigioso istituto che forma la classe dirigente transalpina. Ha collegamenti forti nel mondo della finanza e ha lavorato presso la banca d'investimento Rothschild.

A 13 mesi dalle elezioni per l'Eliseo, la mossa di Macron ha preso tutti in contropiede. Anche se il ministro dell'Economia dice che le consultazioni del 2017 "non sono una priorità" per lui, ora nel Ps c'è preoccupazione. Se l'esponente indipendente decidesse di scendere in campo, infatti, potrebbe togliere non pochi voti ad Hollande. E la cosa infastidisce anche Valls, che una parte del partito vorrebbe candidato in alternativa al presidente in carica. Quest'ultimo nei sondaggi continua a registrare risultati molto deludenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO