Sondaggi politici, 20 aprile 2016: il Partito Democratico continua a scendere

Gli ultimi sondaggi politici confermano il declino del Pd, ma gli altri partiti non ne approfittano.

I sondaggi politici Emg confermano una tendenza in corso ormai da tempo: il Partito Democratico non convince più, e il calo continua, per quanto lentamente, settimana dopo settimana. A poco è servita la vittoria (se così si può chiamare) di Renzi, in un referendum ambientalista che è stato impropriamente trasformato in una chiamata a esprimersi contro il governo.

E così, il Pd scende di tre decimali, arrivando al 30,6%. Per il partito di Renzi, tra l'altro, quella del 30% è una soglia psicologica importante, indispensabile per spiccare al di sopra degli altri partiti e anche per dimostrare che il suo è un partito di successo rispetto alle precedenti incarnazioni.

Ma è importante anche per rimanere al di sopra del Movimento 5 Stelle, che rimane stabile al 27,3%. Da notare come la scomparsa di Casaleggio non abbia quindi influito in alcun modo sul partito, né in senso positivo né negativo. Il che mostra, da una parte, come il partito abbia le potenzialità per sopravvivere al suo guru (e anche all'assenza di Grillo), dall'altra, conferma come non ci sia stata una risposta emozionale alla scomparsa di Casaleggio.

La Lega Nord cresce di tre decimali, ma rimanendo sostanzialmente sulle posizioni che occupa da circa un anno a questa parte; stabile anche Forza Italia al 12,2% e stabili infine anche Sinistra Italiana (4,6%) e Fratelli d'Italia (4,4%).

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO