Prescrizione lunga: Renzi vuole approvarla prima delle amministrative

Matteo Renzi e Andrea Orlando

Matteo Renzi è pronto a correre ai ripari sulla giustizia, anche perché la situazione per il suo partito e l'esecutivo non è così rosea, nonostante i toni utilizzati dopo il referendum sulle trivelle. Il Pd è in caduta nei sondaggi, è spesso lambito da scandali di varia natura, e ora il governo ha anche un nuovo temibile "avversario": Piercamillo Davigo, il presidente dell'Associazione nazionale magistrati, che non ha intenzione di giocare un ruolo marginale nella vita pubblica. E' stato lo stesso Davigo a ricordare più volte al premier che la riforma della prescrizione è ferma da un anno e mezzo in Parlamento.

Così il "rottamatore" ha deciso di accelerare i tempi. Il presidente del Consiglio vuole nuove norme che allunghino la prescrizione dei reati entro l'estate, meglio se a ridosso delle amministrative. A confermarlo è stato anche il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in un'intervista rilasciata ieri a Repubblica: "sulla prescrizione credo sia ragionevole pensare di chiudere entro l'estate".

Proprio oggi al Senato è stata convocata la Commissione Giustizia, che dovrebbe riprende in mano il provvedimento sulla prescrizione. Tuttavia, ora Renzi dovrà fare pressione su Ncd (e forse non dispiacere Verdini), che in passato ha rigettato le proposte avanzate dal Pd.

Si lavora, dunque, ad un compromesso che dovrebbe essere presentato sotto forma di emendamenti nella prossima settimana. Secondo le indiscrezioni, Renzi punta all'allungamento dei tempi di prescrizione di tre anni per tutti i reati (non solo quelli commessi contro la pubblica amministrazione). Il provvedimento dovrebbe riguardare anche la corruzione, che nella bozza originaria aveva un trattamento particolare (12 anni di tempo prima che intervenga l'estinzione del reato).

Renzi ha intenzione di rispondere con i "fatti" a Davigo. L'ex magistrato di Mani Pulite può fare presa nell'opinione pubblica e le sue esternazioni sono ampiamente rilanciate dalla stampa. Quindi occorre fare presto, possibilmente prima delle comunali, dove il Pd rischia un risultato deludente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO