Governo Renzi: Chicco Testa nuovo ministro dello Sviluppo Economico?

chicco-testajpg

Secondo le indiscrezioni delle principali testate italiane, Matteo Renzi già nella giornata di domani, martedì 3 maggio, potrebbe nominare il nuovo ministro dello Sviluppo Economico. Dopo le dimissioni di Federica Guidi travolta dallo scandalo petrolio, emerso nell'inchiesta della procura di Potenza, il presidente del Consiglio ha fretta di avere una squadra di governo al completo. E il nome che circola con più insistenza in queste ore è quello di Chicco Testa.

Per il momento sono solo rumors, ma Testa pare essere in vantaggio rispetto agli altri nomi che sono circolati negli ultimi giorni. Stiamo parlando di Claudio De Vincenti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e già viceministro della Guidi, e Vasco Errani, presidente della giunta regionale dell’Emilia-Romagna. A confermarlo è anche un articolo pubblicato ieri dal quotidiano La Stampa.

Al momento il ministero dello Sviluppo Economico è guidato ad interim da Renzi. Il "rottamatore", però, non vuole tirarla troppo per le lunghe. Il caso Guidi ha gettato discredito su tutto l'esecutivo ed è necessario voltare pagina al più presto.

Chicco Testa, pur venendo dalle file del Pci-Pds, sarebbe un nome gradito soprattutto ai centristi e ai conservatori. Certamente non alla sinistra dem., visto la sua svolta pro-nucleare e il suo appoggio al renzismo.

Testa è dirigente di Sorgenia ed è stato presidente di Legambiente e deputato per due legislature. Ha ricoperto anche le cariche di presidente dell’Enel e di Assoelettrica. Nel 2011, in prossimità del referendum sul nucleare, ha guidato il Forum nucleare italiano. Tale scelta ha attirato su di lui molte critiche da parte degli ambientalisti.

La conversione all'atomo era già arrivata nel 2008, quando pubblicò il libro Tornare al nucleare. Dal 2015 collabora con il quotidiano L'Unità

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO