Usa 2016: Cruz e Kasich si ritirano, Trump è il candidato repubblicano

Per Trump ormai strada spianata verso la nomination repubblicana.

ore 18.21 -Anche John Kasich si è ritirato dalla corsa alla Casa Bianca dopo il verdetto delle primarie repubblicane in Indiana. Dopo il ritiro di Ted Cruz, il governatore dell’Ohio era rimasto l’unico avversario di Donald Trump che diventa così il candidato repubblicano che sfiderà il vincitore del braccio di ferro “dem” fra Hillary Clinton e Bernie Sanders.

Diversi organi di informazione Usa, fra cui Cnn, riportano la notizia.

ore 09.25 - Ennesima batosta per Ted Cruz che ora getta definitivamente la spugna. Il senatore del Texas ha perso le primarie in Indiana con il 36,7% dei voti, mentre Donald Trump ha ottenuto il 53,2% e il restante 7,6% è andato a John Kasich, che ora resta l’unico avversario del tycoon newyorchese, visto che Cruz ha annunciato ufficialmente il ritiro dalla corsa. Ovviamente Kasich non ha alcuna speranza e dunque per Trump ormai è fatta e i vertici del Partito Repubblicano invitano gli iscritti a unirsi attorno al magnate per riconquistare la Casa Bianca. Infatti Reince Priebus, presidente della commissione nazionale del Partito Repubblicano, che con Trump ha avuto un battibecco sul sistema di assegnazione dei delegati, ha di fatto ormai riconosciuto il tycoon come presunto candidato e ha scritto su Twitter

“Donald Trump sarà il presunto nominato dei Repubblicani, abbiamo tutti bisogno di unirci e concentrarci sullo sconfiggere Hillary Clinton”

usando l’hashtag #NeverClinton

Sul palco di Indianapolis Cruz ha detto:

“Sembra che la strada per la vittoria si sia chiusa. Abbiamo dato tutto quello che avevamo, ma gli elettori hanno scelto un'altra strada e quindi con il cuore pesante ma con sconfinato ottimismo per il futuro a lungo termine della nostra nazione, sospendiamo la nostra campagna”

Dopo l’annuncio Cruz ha abbracciato suo padre e ha dato accidentalmente un pugno e una gomitata a sua moglie, al naso e al sopracciglio, scena che è già diventata virale (video in apertura di questo post) per sottolineare come per il pupillo del Tea Party sia proprio un momento no.

Per quanto riguarda i democratici, in Indiana Bernie Sanders ha ottenuto il 52,5% dei voti contro il 47,5% di Hillary Clinton, che tuttavia è in ampio vantaggio con 2.220 delegati contro i 1.449 di Sanders quando mancano solo dieci Stati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO