Vertice di maggioranza sulla prescrizione. M5S denuncia: “C’erano anche i verdiniani”

Ala di Verdini sta ufficialmente entrando nella maggioranza di governo?

Denis Verdini

Nonostante i numerosi (e maldestri) tentativi di smentita, è ormai certo che stamattina al vertice della maggioranza di governo sul tema della prescrizione ha partecipato anche Ala, il partito di Denis Verdini, con un suo rappresentante, il senatore Ciro Falanga.

Quando la notizia si è diffusa, Ala ha provato a smentire, facendo dire a un altro suo senatore, Lucio Barani, che stamattina Falanga era con lui e Verdini a fare colazione e nessuno di loro era alla riunione della maggioranza.

Lo stesso Falanga, interpellato dai giornalisti, ha detto:

“Perché avremmo dovuto partecipare a una riunione di maggioranza se non ne facciamo formalmente parte?”

Poi però quando ha ricevuto la telefonata di Alberto D’Argenio di Repubblica è passato dal “negare nonostante l’evidenza” al dribblare la risposta.

Il giornalista ha sentito anche gli altri partecipanti alla riunione e tutti hanno confermato la presenza di Falanga, che è arrivato in ritardo (forse è vero che ha preso il cappuccino con Verdini e Barani), ha ascoltato la discussione e ha dato l’ok a nome di Ala a quanto deciso durante l’incontro al quale erano presenti il ministro della Giustizia Andrea Orlando, i capigruppo di maggioranza Zanda (Pd) e Schifani (Ncd), il presidente della commissione Giustizia Nico D’Ascola, i sottosegretari Federica Chiavaroli e Gennaro Migliore e i relatori della riforma Felice Casson e Giuseppe Cucca.

Se Ala smentisce di essere entrato nella maggioranza, forse perché pretenderebbe ancora di più oltre all’avere la possibilità di partecipare ai vertici in cui vengono prese decisioni importanti sulle leggi da votare in aula, per il MoVimento 5 Stelle quello che è successo oggi segna chiaramente e ufficialmente l’entrata di Ala nella maggioranza, come già avevano paventato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella qualche giorno fa. Il Capo dello Stato, in quella occasione, aveva promesso che sarebbe intervenuto se i voti dei verdiniani fossero diventati sostitutivi (mentre ora li ritiene solo aggiuntivi).

Roberto Fico, membro del direttorio del M5S, ha detto:

"Oggi la maggioranza che sostiene il governo è ufficialmente cambiata con l'ingresso di Verdini. Di questo avevamo informato il Presidente della Repubblica che ne prese atto. Senza alcun tipo di vergogna continuano a trasformarsi per rimanere in sella al potere, ma non capiscono che così facendo prima o poi cadranno perché la gente non ne può più. Questo è un Parlamento di trasformisti. La nostra è l'unica forza che rimane coerente con il programma e con i nostri obiettivi"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO