Roma, Salvini contestato al mercato della Montagnola: "Centri sociali come i campi rom"

Questa mattina Matteo Salvini ha dovuto rinunciare alla sua visita al mercato della Montagnola a Roma - organizzata in sostegno della candidatura di Giorgia Meloni - dove è stato accolto da un gruppetto di contestatori. Mentre si allontanava dal mercato, accompagnato dalla sua scorta, Salvini si è confrontato con alcuni dei manifestanti che lo stavano insultando, rispondendo ironicamente e provocatoriamente con baci e saluti. Quando uno dei manifestanti gli ha rivolto una minaccia ("Ti spaccherei la faccia perché sei una merda" ndr) Salvini ha replicato nuovamente con ironia: "Complimenti alla tua mamma, vai all'asilo".

Più tardi Salvini ha commentato quello che è successo al mercato della Montagnola durante la presentazione del suo libro, "Secondo Matteo", dal titolo d'ispirazione evangelica. Raccontando la sua versione dei fatti Salvini ha paragonato i centri sociali ai campi rom, due "cose" che è "costretto a sopportare solo perché si trova all'opposizione": "Si tratta di una trentina di balordi che non mi fanno paura. Campi rom e centri sociali per me hanno la stessa valenza culturale: ovvero zero. Ne riparliamo quando saremo al governo. Nei pochi minuti concessi dalle zecche rosse ho incontrato alcune mamme e signore esodate. La contestazione mi ha insegnato che dalla prossima settimana farò un evento a Roma a settimana ma non lo annuncerò prima così evitiamo le zecche sociali. Se uno non è d'accordo mi piace confrontarmi, quando si trasforma in lancio d'arance quella non è contestazione".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO