M5s, caso Nogarin. Casaleggio Jr.: "se non si dimette perdiamo le elezioni"

italia 5 stelle festa imola movimento

"Se Nogarin si dimette, perdiamo voti, ma se non si dimette rischiamo di perdere le elezioni...", il virgolettato attribuito a Davide Casaleggio da Repubblica esemplifica bene il cul-de-sac in cui si è infilato il Movimento 5 Stelle. Dopo l'avviso di garanzia recapito ieri al sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, nell’ambito dell’inchiesta sull’azienda locale che si occupa della raccolta dei rifiuti, occorre trovare subito una soluzione che non danneggi i grillini alle prossime elezioni comunali.

Certamente il caso dell'arresto del sindaco Pd di Lodi non è paragonabile per gravità a quello riguardante il sindaco di Livorno. Ma i democratici, come prevedibile, sono già passati all'attacco, accusando il M5s di "doppia morale". E d'altro canto sono gli stessi "pentastellati" ad aver sempre sostenuto che un avviso di garanzia è sufficiente per chiedere le dimissioni.

Beppe Grillo, a caldo, ha difeso il primo cittadino di Livorno: "tieni duro siamo con te". Ma resta il fatto che sono stati fatti dimettere deputati e consiglieri dal movimento per fatti meno gravi di quelli contestati a Nogarin.

Ora tocca a Luigi Di Maio sbrogliare la matassa. Proprio qualche giorno fa, il vicepresidente della Camera aveva dichiarato: "E' chiaro che dopo la vicenda di Quarto abbiamo aperto una riflessione al nostro interno. Siamo a un passo dal conquistare Roma, vicini al governo del Paese. Diciamo che esiste una questione di garantismo che dobbiamo affrontare. L'obiettivo è trovare le soluzioni migliori, caso per caso".

Secondo Repubblica, Di Maio concederà al sindaco di Livorno "una sorta di fiducia a tempo", esortandolo a dimostrare rapidamente la propria estraneità ai fatti. Non si vuole dunque mollare nel comune più popoloso governato dai 5 stelle, ex feudo del Pci. Ma, allo stesso tempo, ci vuole cautela perché il rischio è di perdere consensi in tutte le città italiane, che vedono nei grillini una prospettiva di cambiamento.

Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi giorni. Se la pressione mediatica diventasse insostenibile, allora, Nogarin dovrà fare necessariamente un passo indietro. Se il governo di Livorno è importante, una vittoria Roma o a Torino lo sono ancora di più.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO