Francia, il vicepresidente dell’Assemblea nazionale si dimette: è accusato di molestie sessuali

Il verde Denis Baupin si è dimesso. Contro di lui la testimonianza di quattro colleghe

Il vicepresidente dell’Assemblea nazionale di Francia, Denis Baupin, si è dimesso dopo che un’inchiesta congiunta della radio France Inter e del sito Mediapart hanno svelato le molestie sessuali inflitte dal politico alle sue colleghe.

Quattro donne hanno raccontato a viso aperto le molestie subite e altre lo hanno fatto in maniera anonima. Sandrine Rousseau, portavoce dell’Eelv, il partito ecologista francese, ha raccontato di essere stata sbattuta contro il muro da Baupin che avrebbe tentato di baciarla tenendola per il seno. Una volta rivelato l’accaduto ai colleghi di partito questi avrebbero parlato di un comportamento abituale da parte dell’uomo.

Anche Isabelle Attard ha rivelato di essere stata vittima di stalking con “sms provocatori”. La prima a parlare è stata Elen Debost: la consigliera al comune di Le Mans ha ammesso di avere deciso di farlo dopo avere visto Baupin partecipare a un’iniziativa di sensibilizzazione sulle molestie contro le donne.

Baupin ha 53 anni ed è sposato con Emmanuelle Cosse, attuale ministro responsabile della Casa. Da pochi giorni Baupin aveva abbandonato l'Eelv, un partito da sempre in prima linea per i diritti delle donne.

Dando le dimissioni, Baupin ha promesso battaglia contro “le accuse diffamatorie” di cui è stato oggetto. Per il momento nessuna delle donne molestate dall’ex vicepresidente dell’Assemblea nazionale ha ancora scelto la via giudiziaria.

Via | France Inter

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO