Parma, sindaco Pizzarotti indagato per abuso d’ufficio

Anche l’assessore alla Cultura Laura Ferraris nel registro degli indagati.

Sindaco Parma Federico Pizzarotti indagato

Un altro sindaco del MoVimento 5 Stelle è sotto indagine da parte della magistratura. Dopo Filippo Nogarin è la volta di Federico Pizzarotti, primo cittadino di Parma, che è iscritto nel registro degli indagati insieme con l’assessore alla Cultura della sua giunta, Laura Ferraris. L’accusa è di abuso d’ufficio per le nomine dei vertici del Teatro Regio e insieme a loro sono indagati anche Giuseppe Albenzio, Silvio Grimaldeschi e Marco Alberto Valenti, che sono metri del consiglio di amministrazione della Fondazione Teatro Regio.

In particolare le indagini si concentrano sulle nomine del direttore generale e del consulente per lo sviluppo e i progetti speciali. Il Cda del Teatro Regio, presieduto proprio da Pizzarotti, ha nominato come dg Anna Maria Meo e come consulente Barbara Minghetti, che hanno cominciato il loro lavoro a gennaio del 2015, succedendo rispettivamente a Carlo Fontana e Paolo Arcà che si erano dimessi.

Le polemiche per quelle nomine cominciarono subito in quanto in un primo momento per quei ruoli era stato indetto un bando pubblico, che si è concluso però con un nulla di fatto nonostante la presentazione di trenta domande. La Fondazione, infatti, a gennaio 2015 ha fatto sapere che la ricognizione esplorativa per la quale era stato indetto il bando si era conclusa senza esito e dopo una settimana furono nominate Meo e Minghetti.

Il senatore del Pd Giorgio Pagliari accusò subito l’assessore Ferraris di essersi intromessa nel lavoro della commissione che si stava occupando della selezione e parlò di una “selezione per mascherare quella che in realtà sarebbe stata una scelta diretta” e per questo si sarebbe rivolto alla Procura di Parma, che ha poi aperto l’indagine a dicembre 2015.

Pizzarotti ha già commentato la sua iscrizione nel registro degli indagati dicendo:

“Sono tranquillo perché è un atto dovuto che rispetto pienamente era già emerso ci fossero indagini in corso in ragione degli esposti del senatore PD Pagliari. Sarà utile per chiarire la vicenda, con la Procura consueto atteggiamento collaborativo. Il mio impegno continua senza esitazione”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO