Pizzarotti, sospeso dal Movimento 5 Stelle. Di Maio: "applicate regole non siamo il Pd"

14 maggio 2016 - Durante un'iniziativa elettorale a Napoli, Luigi Di Maio, difende la scelta di sospensione dal Movimento 5 Stelle del sindaco di Parma, Federico Pizzarotti. Il vicepresidente della Camera ha dichiarato:" Abbiamo applicato una regola, perché il M5S è il M5S e non il Pd". E a chi gli chiede dei messaggi inviati dal primo cittadino del capoluogo emiliano replica: "Siamo rappresentanti delle istituzioni non dell'asilo Mariuccia: commentare messaggi su Whatsapp è una cosa di cattivo gusto e tra l'altro da quei messaggi si capisce che ci eravamo sentiti".

22.10 - Continua la polemica a distanza tra Federico Pizzarotti e Beppe Grillo.
Dopo la pubblicazione su Facebook di uno scambio di mail con lo "Staff di Beppe Grillo" da parte del primo cittadino di Parma, il comico genovese è tornato all'attacco sul suo blog. Ivi, ha accusato Pizzarotti di aver "sottaciuto persino al responsabile dei Comuni del M5S l’apertura di un procedimento penale" a suo carico e di aver "addirittura rifiutato di inviare allo staff, all’indirizzo di posta elettronica listeciviche@posta.beppegrillo.it, la copia dell’avviso di garanzia e della relativa documentazione, adducendo pretesti formalistici".

A sua volta Pizzarotti ha risposto su Facebook: "Io e il gruppo di Parma abbiamo provato, per mesi, a contattare il direttorio. Qui sotto avete le prove di due dei telefoni da cui li abbiamo contattati. Volevo parlare di due questioni importanti: i due consiglieri che dalla minoranza ci attaccano dichiarando di essere del M5S e questa indagine sul nostro Teatro che mi riguarda. Difficile spiegare a chi non ti risponde. Mentre, per chi mi chiede come mai non ho pubblicato, tutto la risposta è altrettanto semplice. Perché nel rispetto della magistratura ho chiesto al PM di essere ascoltato e solo dopo, se mi fosse stato detto che non era un problema, avrei pubblicato le informazioni. Sto ancora aspettando di essere ascoltato".

croppercapture5.jpg

17.21 - Conferenza stampa di Federico Pizzarotti: "Manca il rispetto delle persone, nessuno ci ha mai chiamato. In un anno Di Maio - responsabile degli enti locali - non ha mai organizzato un incontro tra sindaci per fissare delle regole. Il direttorio del M5S è irresponsabile. Non hanno un comportamento che si addice a una forza politica così grande in Italia. Spero ci sia un ripensamento e la loro voglia di chiarire. Li abbiamo cercati per mail, potremmo pubblicare decine di messaggi. Abbiamo sempre cercato un confronto interno però c'è stato negato".

16.22 La prima reazione di Federico Pizzarotti dopo la sospensione dal M5S è la pubblicazione su Facebook di uno scambio di mail con lo "Staff di Beppe Grillo". Pizzarotti commenta: "Mesi che Parma chiede chiarimenti, privati e anche pubblici. Totalmente ignorati. Parlate addirittura di trasparenza. E questa sarebbe trasparenza?"

15.18 Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti è stato sospeso dal Movimento 5 Stelle. L'annuncio da parte del Movimento è arrivato - come sempre avviene in questi casi - nel blog beppegrillo.it. Pizzarotti, indagato per abuso d’ufficio, è stato sospeso dal M5S perché "ne era al corrente da mesi".

Così il post comparso nel pomeriggio di oggi sul sito di riferimento del Movimento 5 Stelle:

Federico Pizzarotti è sospeso dal MoVimento 5 Stelle. La trasparenza è il primo dovere degli amministratori e dei portavoce del MoVimento 5 Stelle. Solo ieri si è avuto notizia a mezzo stampa dell'avviso di garanzia ricevuto, ma il sindaco ne era al corrente da mesi. Nonostante la richiesta, inoltrata da ieri e a più riprese, di avere copia dell'avviso di garanzia e di tutti i documenti connessi alla vicenda per chiudere l'istruttoria avviata in ossequio al principio di trasparenza e già utilizzato in casi simili o analoghi, non è giunto alcun documento. Preso atto della totale mancanza di trasparenza in corso da mesi, nell'impossibilità di una valutazione approfondita ed oggettiva dei documenti e per tutelare il nome e l'onorabilità del MoVimento 5 Stelle si è proceduto alla sospensione. Non si attendono le sentenze per dare un giudizio politico.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO