Turchia, abolita l’immunità parlamentare (ma solo ai deputati filocurdi)

erdogan.jpg

Il Parlamento Turco ha approvato un emendamento costituzionale, proposto dal partito Akp, che riumuove l’immunità parlamentare ai deputati del partito filocurdo Hdp sotto inchiesta.

La norma, oltre che dal partito di governo, è stata approvata dall’opposizione nazionalista Mhp e da una ventina di deputati del socialdemocratico Chp. Grazie a una maggioranza superiore ai 2/3 dei seggi (376 su 550) non è necessario che la nuova norma sia ratificata da un referendum.

Sono ben 138 i parlamentari che rischiano l’arresto con le accuse di terrorismo per sostegno al Pkk e contro i quali sono state avviate 675 inchieste. Il solo Selahattin Demirtas, leader del partito filocurdo Hdp, ha 75 procedimenti aperti a carico.

Dalla scorsa estate, nel sud-est della Turchia, sono ripresi i conflitti fra l’esercito e il Partito dei lavoratori del Kurdistan; se da una parte il presidente Recep Erdogan ha salutato l’abolizione dell’immunità come un momento storico, dall’altra i suoi esponenti parlano di “colpo di Stato” da parte di Erdogan e di un’ulteriore erosione della democrazia nel Paese.

La cancelliera Angela Merkel si è detta molto preoccupata per lo stato della democrazia in Turchia e nell’incontro che si terrà a Istanbul lunedì prossimo non mancherà di sollevare la questione con Erdogan.

Via | Daily Sabah | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO