Ballarò, puntata 24 maggio 2016

Ballarò in diretta questa sera.

ballaro-diretta-17-maggio-2016-giannini.jpg

Ballarò | Puntata 24 maggio 2016 | Diretta

  • 21.05

    Comincia Ballarò. Giannini: "Parleremo di pensioni, tasse e salute. Per la prima volta il governo ha riconvocato i sindacati e hanno discusso di come riformare la previdenza". Poi le immagini di Pannella che, nel maggio 1987, parlava di pensioni ad un congresso radicale. "Era un visionario" ricorda Giannini. poi Eva Giovannini collegata dal sud del Portogallo dove si sono trasferiti molti pensionati italiani.

  • 21.10

    Giannini manda una breve clip del film "Era d'estate", per la commemorazione della strage di Capaci. Preludio all'ingresso di Beppe Fiorello.

  • 21.12

    Beppe Fiorello ricorda che il film è al cinema per due giorni. "Film piccolo, ma grande. Da domani rimarrà nelle sale in alcune città"

  • 21.22

    Beppe Fiorello: "Raccontiamo momento molto intimo. Nell'85 Falcone e Borsellino vengono trasferiti all'Asinara perché minacciati dalla mafia. Ci racconta queste due persone in una veste diversa, come uomini. Lì hanno avuto possibilità per conoscersi meglio e parlare della loro vita e loro morte. E quanto erano ironici. Nel mezzo tra questi discorsi e la loro morte hanno fatto qualcosa d'importante per la vita dei nostri figli. Non ricordo dove fossi quel giorno della strage".

  • 21.25

    Fiorello: "Quando si percepisce un eroe quotidiano, bisogna aiutarli e proteggerli". Italia paese corrotto? Beppe Fiorello: "Il mio ruolo era Roberto Mancini, i miei sono incontri. Sì, l'Italia è un Paese corrotto. Ma c'è una nuova generazione che non ci sta. Prima eravamo chiusi e inscatolatiin un sistema che non aveva i mezzi. oggi classe giovanile più forte. La verità? Bisogna capirla e coltivarla. Miglior antidoto alle mafie è dire".

  • 21.31

    Sui migranti: "E' tema complesso. L'uomo deve essere libero di muoversi per realizzare sogni. Alzare i muri non serve, bisogna regolare questi flussi e dare un'identità a queste persone". Giannini gli chiede un commento alle parole di Saviano sulla necessità di raccontare anche il male, Beppe Fiorello: "Sono punti di vista. Bisogna raccontare tutto e com'è la vita. Io con una fiction sulla vita di Gianni Maddaloni ho raccontato l'altra Scampia"."

  • 21.36

    La copertina satirica della Gialappa's Band tra le dichiarazioni dell'a.d. Enel Starace e quelle di Renzi e Berlusconi.

  • 21.37

    Ospiti del primo blocco: Zanetti, Bruchi, Landini, Brunetta. Brunetta: "Sono qui in suo onore, l'ultima volta che ci vediamo".

  • 21.41

    Brunetta: "Sta occupando le televisioni. Abbiamo fatto esposto all'AGCOM. Renzi mi ha definito mancato Premio Nobel. Io ho sempre lavorato. Lui non ha mai lavorato. Lui si è fatto assumere dal padre nella sua azienda. Tornerà a fare il disoccupato".

  • 21.42

    Bruchi: "Non passa il vero contenuto del referendum, basta metterla sul personale. Torniamo ai contenuti".

  • 21.45

    Landini: "Stiamo discutendo perché riforma costituzionale non va bene. Un Parlamento eletto da una legge elettorale parzialmente illegittima modifica la Costituzione. Non cancellano il Senato, non sarà eletto, ma di nominati. Chi gli vieta di abbassare gli stipendi ai parlamentari? Non esistono partigiani veri o falsi, esistono i partigiani. Problema di questo Paese non è la Costituzione, è applicarla". Giannini sottolinea che è curioso veder Brunetta applaudire Landini. Brunetta: "Io ho paura del regime che vuole mandare a casa lei". Giannini: "Non voglio parlare di questa questione, lavoriamo".

  • 21.51

    Giannini sottolinea a Brunetta che pure con Berlusconi c'era "odore di regime". Brunetta esplode: "Ma come, con tutti i giornali contro? Compreso Repubblica. oggi Renzi si è comprato tutti i giornali".

  • 21.56

    Torna, dopo una certa assenza, Alessandro Poggi. Con una copertina da Roma con lo sciopero dei pensionati.

  • 22.02

    Landini: "Vicini a elezioni bisogna vedere se fanno sul serio, finora governo Renzi deciso senza discutere con nessuno. Abbiamo fatto proposte diretta, sono stati fissati degli appuntamenti. Dopo 41 anni di contributi abbiano diritto andare pensione, c'è problema di rivalutazione pensioni, noi paese di pensioni basse". Zanetti: " Il confronto parte, vogliamo fare interventi su flessibilità senza rinunciare a riduzione pressione fiscale su lavoro. Ci aspettiamo che anche il sindacato ci dica, tra tutte le cose da fare, quali sono le sue priorità".

  • 22.06

    Landini replica alle parole di Renzi ("Su Fiat e Chrysler ha sbagliato Landini a non lavorare con noi"): "Ogni 15 giorni Renzi deve parlare male di Landini e della Fiom. Trova sempre l'occasione per dire che è d'accordo con Marchionne. Dovrebbe preoccuparsi di altro. Se si chiama FCA significa che non esiste più la FIAT e l'azienda non le paga più in Italia le tasse. I salari dei lavorato in quel gruppo sono i più bassi".

  • 22.09

    Bruchi: "Landini dobbiamo andare avanti, non solo scontrarsi e restare fermi. Bisogna andare avanti e parlare, fare una progettazione".

  • 22.10

    Brunetta: "Renzi è affetto da 'annuncite' cronica. Non ci sono i soldi per fare tutto quello che dice Renzi. L'unico modo per rientrare sono i tagli alla cattiva spesa pubblica e Renzi per non scontentare nessuno non ha fatto tagli".

  • 22.15

  • 22.18

    S'infiamma lo scontro tra Brunetta e Zanetti: il primo sostiene che si sia alzata la pressione fiscale, il secondo che sia calata. Brunetta: "Un sottosegretario non può dire balle", Zanetti: "Ma come si permette?".

  • 22.27

    Landini: "Dovrei chiedere prestito per pensione per cui ho già pagato i contributi? Ci stiamo bevendo il cervello?".

  • 22.33

    Eva Giovannini raccoglie le testimonianze dei pensionati italiani trasferitisi nel sud del Portogallo, in Algarve, dove con le pensioni minime italiane riescono a vivere meglio che in Italia. la vita costa il 30% in meno.

  • 22.38

    Brunetta: "Si chiama shopping fiscale. Come fanno le imprese così fanno i pensionati che scelgono il regime fiscale più consono". Bruchi: "Pensionati vanno in posti orrendi come Bulgaria, Romania".

  • 22.46

    Ospite Virginia Raggi del M5S, candidata a sindaco di Roma. Raggi: "Io cocopro di Casaleggio? Dichiarazioni incommentabili. Grillo garante del simbolo, io se dovessi diventare sindaco, e me lo auguro, risponderò ai cittadini. La Casaleggio e associati non decide". Giannini le mostra un servizio di Alessio Lasta sul M5S e sul caso Pizzarotti a Parma.

  • 22.53

    Raggi: "Ripeto, se dovessi essere eletta risponderò ai cittadini romani. Se mi dimetto in caso di avviso di garanzia? Ho risposto rispetto a un articolo. Qualora mi arrivasse un avviso di garanzia e i romani chiederanno le mie dimissioni lo chiederanno al garante Griullo. perché sono loro che mi hanno messo su quella poltrona. So che è difficile parlare di codice etico. Su Pizzarotti c'è un problema di trasparenza. I partiti che si riempiono la bocca sulla trasparenza, stiamo ancora aspettando di sapere Buzzi e Carminati a quanti hanno dato come emerge dalle intercettazioni di mafia capitale".

  • 22.57

    Raggi: "Se vinco io? Ripartiremo dalla legalità. Direttorio per governare Roma? E' uno staff di persone con cui ho collaborato già in questi anni. Roma è la capitale e le questioni hanno rilievo nazionale ed europeo. Come ad esempio il fatto che Roma non abbia un ufficio preposto ai fondi europei". Su Acea: "Per il 51% è pubblica per cui si rispetta la prerogativa del socio. Acea deve investire sulle reti". Sulla Meloni e la sua posizione sulle case chiuse: "Tema assai delicato che tocca diritti di donne sfruttate da un racket. Non si va avanti per slogan come ha fatto lei". L'IMU alla Chiesa? La Raggi si rifà alle parole del Papa..

  • 23.05

    Raggi: "Se non andassi al ballottaggio chi voterei? Io andrò al ballottaggio". Sulla via ad Almirante come promesso dalla Meloni: "Io credo che Roma stia morendo di traffico, decoro, la toponomastica evidentemente è la priorità della Meloni. Cominciamo a tagliare gli sprechi". Sul praticantato presso lo studio Previti: "Non sono stata reticente. Nessun imbarazzo".

  • 23.11

    Si parla di farmaci, salute e medicina omeopatica. Ospiti: Garattini, Mirabella, Melazzini, Ronchi. Ma prima servizio di Marzia Maglio sui medicinali omeopatici.

  • 23.21

    Garattini: "E' acqua fresca perché se si analizzano le boccette non si trova nessun principio attiva. Solo dei granuli di zucchero. Si possono cambiare le etichette di tutti i boccetti e nessuno o tutti sono in grado di rimetterle a posto. La legge dice che questi prodotti non possono indicare modalità terapeutiche". Giannini ammette che il figlio si cura con l'omeopatia: "Io sono diffidente, ma su di lui effetto sorprendente".

  • 23.23

    Ronchi: "Il 70% degli omeopatici in commercio è più concentrato, non diluito". Poi si lancia in spiegazioni criptiche come la "personalità" di queste sostanze. Mirabella dà voce al nostro scetticismo e dice di non aver capito nulla.

  • 23.28

    La testimonianza della signora Sifola che pensava di avere la sinusite e invece poi ha scoperto che si trattava di "intossicazione da tossine" e si cura con l'omeopatia.

  • 23.30

    Garattini: "La storia della memoria dell'acqua è una bufala". Melazzini: "Mi astengo come medico perché rappresento l'agenzia regolatoria e facciamo applicare le regole. Non possono recare le indicazioni terapeutiche".

  • 23.35

    Mirabella: "Non possono dire sul bugiardino 'Non c'è nulla'. Non esiste l'alluropatia, quella è la medicina e basta". La replica della Ronchi: "Noi siamo in primis medici. Siamo medici che hanno trovato nell'omeopatia qualche cosa in più". Giannini riporta l'esempio della dermatite inspiegabile del figlio che ha risolto inspiegabilmente con l'omeopatia. Garattini: "Spesso le malattie guariscono da sole. Altre volte un medico può sbagliare la diagnosi".

  • 23.50

    I sondaggi della Ghisleri sulla medicina omeopatica.

  • 23.54

    ...e sugli antibiotici. Segue il servizio sugli antibiotici. Il largo uso ha consegnato all'Italia la maglia nera quanto a antibiotico-resistenza.

  • 00.00

    Mirabella: "Quando l'omeopatia offrirà prove certe e scientifiche, sarà ben lieto di ricredermi".

  • 00.03

    Puntata finita.

Ballarò | Puntata 24 maggio 2016 | Anticipazioni

In onda stasera, martedì 24 maggio 2016, alle 21:10, la trentaseiesima puntata di questa stagione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico di Rai 3 condotto dal giornalista Massimo Giannini.

Ballarò | Puntata 24 maggio 2016 | Temi e ospiti

"I pensionati scendono in piazza contro la Riforma delle pensioni, molti fuggono all'estero, molti sopravvivono con la pensione minima. I lavoratori più anziani combattono per l'uscita anticipata. E i contribuenti? Renzi annuncia l’abolizione di Equitalia entro il 2018 e la riduzione delle tasse ai ceti medi. Ci si può fidare?" sono i temi posti al centro di questa nuova puntata del talkshow di Rai3.

Tra gli ospiti di questa sera: il candidato Sindaco di Roma per il M5S Virginia Raggi, il capogruppo Fi alla Camera Renato Brunetta, il segretario della Fiom Cgil Maurizio Landini e il Sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti. Ancora, ci saranno: Annalisa Bruchi, Antonella Ronchi, Mario Melazzini, Michele Mirabella, Silvio Garattini.

ballaro-24-maggio-2016-diretta-ospiti.jpg

Ospite per un faccia a faccia in esclusiva con il conduttore Massimo Giannini l'attore Beppe Fiorello:

Come di consueto poi saranno ospiti anche Alessandra Ghisleri, direttrice di Euromedia Research, che darà in diretta i risultati dei sondaggi realizzati per Ballarò e la giornalista Cecilia Carpio per aggiornare con notizie che arrivano dalla rete. Ancora, come in ogni puntata, la Gialappa’s Band irromperà con la sua satira attraverso una classifica semiseria sui temi dell’attualità e della politica della settimana.

Ballarò, dove vederlo in tv e in streaming

Il talk show va in onda ogni martedì, a partire dalle 21:05, su Rai 3. Ma si può seguire la puntata anche in streaming sul sito Rai.tv e, naturalmente, seguire e commentare la nostra diretta su Polisblog, magazine di Blogo.

Ballarò, come seguirlo sui social network

Oltre a poter rivedere i contenuti video sul sito ufficiale del programma www.ballaro.rai.it Ballarò si può seguire anche sulla pagina Facebook e sull'account Twitter oltre che commentare usando l'hashtag #ballarò.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO