Silvio Berlusconi: "Gli italiani mi vogliono bene, potrei tornare"


berlusconi-putin-foto.jpg

Si sa, Silvio Berlusconi è uno duro a mollare. Alla veneranda età di 79 anni l'ex-Cavaliere ha ancora voglia di stupire, raccogliere consensi e aggregare elettorato e politici in un nuovo progetto per il centrodestra, un progetto che nonostante il Patto del Nazareno (fallito) vuole andare a osteggiare Renzi-piglia-tutto.

Intervenendo questa mattina a Radio Cusano Campus, emittente dell'Università Niccolò Cusano, Berlusconi ha fatto il punto sul futuro di Forza Italia e di tutto il centrodestra italiano, legando "orgogliosamente" le politiche forziste in Italia a quelle del Partito Popolare Europeo in Europa.

Io non ho ambizioni personali in politica, nel ‘94 sono sceso in campo per impedire che vincesse la sinistra comunista. Oggi invece mi impegno a fare in modo che l’Italia non scivoli in un regime con la riforma della Costituzione e quella elettorale di Renzi. Queste porterebbero ad un suolo uomo che comanderebbe su tutto il Paese. Spero arrivi presto la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo che mi rimetta nello splendore di una piena innocenza, perché al momento non sono candidabile. Tuttavia sento la responsabilità politica di impegnarmi per l’Italia, sento di essere ancora utile. Dopo quella sentenza diventerei nuovamente candidabile e con Berlusconi in campo FI potrebbe tornare ad avere i consensi che ha avuto in passato. Nel 2008 FI ha avuto oltre il 37%. L’unità del centrodestra non è compromessa. Tutti i leader del centrodestra sanno che solo uniti si vince

ha detto Berlusconi, che poi è tornato anche sul sostegno che i cittadini italiani gli garantirebbero ancora, ogni giorno, continuamente. L'ex-Cavaliere, che ha sempre amato dare la misura del suo consenso snocciolando numeri e sondaggi, ha affermato che "l'altro giorno" si è scattato 327 selfie con altrettanti sostenitori:

"L’Italia ha avuto negli ultimi 22 anni ben 4 colpi di Stato. Non so che fine hanno fatto girotondini e popolo viola. Da un anno e mezzo, girando per strada, non ho più avuto l’impressione di qualcuno che mi guardi con cattiveria".

Nel grigiore della politica dei Millenials dal pensiero unico ogni tanto vien da dire "meno male che Silvio c'è".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO