Bologna: rinasce il Partito Comunista Italiano. Polemica sul simbolo

croppercapture4.jpg

Correva l'anno 1991 quando si dissolse il Partito Comunista Italiano. A venticinque anni di distanza, il prossimo 25 giugno, al circolo Arci di San Lazzaro di Savena (Bologna), l'intenzione è quello di farlo rinascere. A promuovere l'iniziativa è il Partito comunista d’Italia (in pratica gli ex Comunisti italiani), alcuni esponenti di Rifondazione comunista, della Cgil e del mondo della cultura. Ed è subito polemica sul simbolo, visto che dovrebbe somigliare molto a quello disegnato dal pittore Renato Guttuso nel 1953: falce e martello con la bandiera italiana in secondo piano.

La scelta di rifondare il partito che nacque a Livorno nel 1921, e che fu il più grande soggetto politico di opposizione nella prima Repubblica, viene essenzialmente dagli ex Comunisti italiani, che la lasciarono Rifondazione Comunista dopo la fine del primo governo Prodi.

Nel 2014, circa 100 persone firmarono un appello che recitava: "A fronte dell’involuzione neo-centrista del Partito democratico, che sta portando l’Italia verso il modello americano e sta distruggendo le fondamenta della Costituzione repubblicana e antifascista, è ancora più urgente dare corpo ad una presenza unitaria della sinistra”. Tra i firmatari c'erano anche il filosofo Gianni Vattimo, il cantante del Teatro degli orrori Pierpaolo Capovilla e la band della Banda Bassotti.

Mentre si attende di capire meglio come intende muoversi il nuovo Partito Comunista, in un periodo storico in cui la stessa struttura organizzativa del partito fa molta fatica a sopravvivere, si apre la questione del simbolo. Certamente non si può dire che è il medesimo che campeggiava su Botteghe Oscure, ma poco ci manca: il font è più leggero, le lettere non sono puntate, ma per il resto sembra proprio quello disegnato da Guttuso.

Il senatore Pd Ugo Sposetti, presidente dell'Associazione Berlinguer che ha ereditato i diritti sul simbolo, ha commentato la vicenda a Il Fatto Quotidiano.

"Se quando il loro simbolo verrà registrato sarà identico al nostro, faremo quello che dovremo fare. Purtroppo se c’è qualche variazione sul simbolo non gli puoi dire nulla"

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO