Referendum costituzionale, Di Maio: "Se vince il no non chiederemo le dimissioni di Renzi"

Video Di Maio, Fico, Di Battista su caso Quarto

Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e membro del direttorio del Movimento 5 Stelle, oggi è stato ospite di Lucia Annunziata a In mezz'ora, trasimissione di Rai Tre. Alla giornalista, il politico ha detto che non chiederà le dimissioni di Matteo Renzi in caso di vittoria del no.

"Non saremo noi a chiedere le dimissioni del Presidente del consiglio dopo il referendum (in caso di vittoria del no ndr...)". Per Di Maio sarà fondamentale il ruolo che si assumerà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Ma precisa: "Questo non significa tirarlo per la giacchetta, ma individuare in lui la funzione di garante della Costituzione".

L'intervento di Mattarella, secondo Di Maio, sarà necessario per individuare "la legge elettorale con cui si andrà al voto". Ricordiamo che se fosse respinta la Riforma del Senato, inevitabilmente, salterebbe anche l'Italicum. A quel punto, in caso di elezioni anticipate, si voterebbe con il proporzionale.

Di Maio, in questo modo, tenta di disinnescare l'argomento, usato da molti sostenitori del si, in base al quale Mattarella si vedrebbe costretto a sciogliere immediatamente le Camere per votare con il proporzionale. Da qui al 2018, infatti, c'è tutto il tempo per approvare una legge elettorale diversa dall'Italicum. Con o senza Renzi al governo.

Di Maio conclude con una battuta: "non consiglio a Renzi di dire: 'se perdo me ne vado a casa', potrebbe tentare gli italiani".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO