DiMartedì | Puntata 7 giugno 2016

DiMartedì | La puntata del 7 giugno 2016.

  • 21:20

    Inizio trasmissione. La puntata di stasera inizia con i sondaggi di Pagnoncelli: 2 italiani su 3 pensano che le elezioni amministrative abbia punito Renzi. Riguardo l'immigrazione, il 59% del campione pensa che l'emergenza non sia gestita bene. Riguardo le tasse, l'86% del campione pensa che le tasse non siano diminuite.

  • 21:33

    In collegamento c'è Massimo Gramellini: "Le elezioni sono state influenzati dai sentimenti di protesta ma anche di nausea. Ci stiamo giocando il jolly dei 5 Stelle dopo il jolly di Renzi. I jolly sono finiti. Anche Obama è stato un jolly che non ha soddisfatto le aspettative. Oggi, la competenza in politica è considerata un difetto. Il terzo stato, quello non coperto dallo stato sociale, si sta scagliando contro l'élite. A Roma, serve un sindaco che risolva i problemi banali, quelli concreti. Il PD, a Roma, è andato al ballottaggio grazie agli errori del centrodestra. Il problema di Renzi è stato che lui ha tentato di sviare l'attenzione sul tema del referendum. Oggi, i problemi sono quelli del vivere quotidiano. Forse la proposta del reddito di cittadinanza non è così astrusa".

  • 21:41

    Gramellini: "Stiamo assistendo oggi ad un berlusconismo senza Berlusconi. Tutti hanno copiato da lui. I 5 Stelle hanno presentato due donne giovani alle elezioni e anche questo è un lascito del berlusconismo. L'ansia dei problemi ti porta a cercare politici che abbiano soluzioni rapide. La politica, però, ha regole lente ed è fatta di mediazioni. Governare un paese non è facile. Il PD non ha una classe dirigente nuova nelle città. Bisogna essere fisicamente presenti nei quartieri. Renzi ha sottovalutato questo. De Magistris si muove con abilità, blandisce l'orgoglio napoletano. Fassino è un professionista della politica capace. La Meloni se l'è cavata bene. Il centrodestra ha guadagnato il 4%. Continua a prendere voti ma non riesce ad offrire una proposta unica. Anche Salvini si trova tra gli sconfitti".

  • 21:51

    Va in onda la copertina satirica di Maurizio Crozza. Crozza esordisce travestito da Renzi: "Domenica è stato un trionfo incredibile. Nessuno ci credeva. Sto parlando di Valentino Rossi. Perché è successo qualcos'altro domenica? Ah, c'era anche il PD al Gran Premio? Con quale moto correva? Mi conviene parlare del GP di Catalogna o del PD in catalessi?".

  • 21:59

    In studio c'è Marco Damilano: "Renzi non ha sottovalutato le amministrative, ha cercato di svicolare. Renzi sminuisce gli appuntamenti pericolosi per lui. Questo lo differenzia da Berlusconi. Renzi non trasferisce il consenso ai propri candidati. Renzi ha fatto l'errore di allontanarsi dalla società italiana. A Milano, Sala non è riuscito a prendere i voti del centrodestra. A Roma, i dati sono impietosi per il PD". In studio c'è Maurizio Belpietro: "La narrazione di Renzi, dopo il voto, sta iniziando ad avere qualche problema. La gente si sta rendendo conto delle promesse non mantenute".

  • 22:07

    Damilano: "Renzi dice sempre che va tutto bene. Fassino e Bassolino hanno detto che questo era un voto nazionale e politico nelle grandi città. Non sono gufi". Belpietro: "Renzi ha annunciato una riforma al mese. In realtà, molte riforme si sono perse. La riforma fiscale non c'è. La riforma della giustizia non c'è. Anche sulle pensioni, solo tanti annunci...". In studio c'è Alessandra Moretti: "Il voto amministrativo è un voto locale. Il cittadino vota la persona. Nelle grandi città, il voto è influenzato dalle dinamiche nazionali. Non è stato un risultato esaltante. Il PD si conferma primo partito nel paese". Belpietro: "Nel paese è cambiato qualcosa. Renzi ha bruciato la sua proposta e la sua credibilità". Moretti: "Il voto amministrativo è diverso. Anche chi ha votato Lega e 5 Stelle voterà sì al referendum. Non credo che Renzi possa condizionare il voto amministrativo. A Fassino e Giachetti, consiglio di restare loro stessi".

  • 22:15

    Moretti: "La responsabilità della cattiva amministrazione delle banche veneta è solo degli amministratori e spero che la giustizia faccia il proprio corso. Sono stati salvati un milione di correntisti e 200 piccole o medie imprese". Damilano: "Molti nel PD si augurano che Renzi diventi non più invincibile. Nel 2013, gli anti-renziani diventarono renziani per opportunismo". Moretti: "In politica, siamo tutti vulnerabili. Anche Renzi riconobbe la sconfitta con Bersani. Dalle sconfitte, si impara. Dal bipolarismo si è passati ad un tripolarismo. Tranne Roma e Torino, i 5 Stelle sono scarsi ovunque".

  • 22:23

    In collegamento c'è Luigi De Magistris: "Ho fatto il sindaco di strada. Sono stato tra la gente. Sono al ballottaggio senza i partiti forti e con il governo contro di me". In studio c'è Alessandro Sallusti: "De Magistris è uno dei misteri della politica. Si è tolto la toga prima di essere processato dal Csm. La situazione di Napoli è sotto gli occhi di tutti. Qual è il segreto di De Magistris?". De Magistris: "Se non mi avessero tolto le inchieste, non saremmo ancora a parlare della questione morale. Io volevo fare il pm, non il sindaco". Sallusti a De Magistris: "Lei ha fatto arrestare persone innocenti". De Magistris: "Io sono stato il sindaco del popolo. Il popolo mi ha rivotato. Fatevene una ragione". In studio c'è Marianna Aprile: "Renzi ha perso la capacità di arrivare alle persone. De Magistris, in questi anni, non ha mai perso il contatto con la gente". Va in onda un servizio dedicato al pane a Napoli.

  • 22:31

    De Magistris: "A Napoli, la qualità dei prodotti è straordinaria. Non ho vinto al primo turno perché sono un sindaco senza soldi e senza grandi partiti. Renzi, quando si muove tra la gente, si muove con carabinieri e metal detector. Renzi è distante dal popolo. Napoli ha scelto la strada dell'autonomia. A Napoli, la magistratura e le forze dell'ordine hanno agito contro la criminalità organizzata mai come in questo periodo. Quello che preoccupa sono gli omicidi da parte dei futuri boss. E' in corso una rivoluzione culturale". Aprile: "De Magistris ambisce ad un ruolo europeo. A Napoli, De Magistris ha rottamato il PD". De Magistris: "Renzi ha cercato di mettere insieme tutto il partito, raggiungendo solo il 20%. Siamo per la difesa della costituzione, siamo per il No al referendum. L'Europa viene costruita dai popoli e non dalle tecnocrazie". Va in onda un filmato dedicato al referendum.

  • 22:39

    In studio c'è Ugo De Servio: "Abbiamo seguito con attenzione i lavori sulla Costituzione. Ci siamo un po' spaventati. C'è molta improvvisazione, molti punti che non tornavano, molte lacune. Abbiamo scelto il no. Chi viene scelto per gestire un comune non può lavorare alle leggi nazionali. Il Senato non è stato abolito, è stato depotenziato. La revisione costituzionale dovrebbe essere anche leggibile. Siamo persone di esperienza, abbiamo fatto i giudici. Noi siamo attenti alla Costituzione per quella che è e non per quella che sarà".

  • 22:47

    De Siervo: "Togliere 200 senatori non cambia nulla per quanto riguarda i costi della politica. E' una riforma realizzata da poco più della maggioranza assoluta e poi si va al popolo. E' un meccanismo pericoloso. La Costituzione fissa le regole del gioco per tutti. Stiamo attenti a non distruggerla. Conosco Renzi. Dice che è stato un mio studente. Lo ricordo come un vispo politico sorgente nella realtà toscana. I contatti si sono raffreddati".

  • 22:54

    In studio c'è Emmanuela Bertucci. Si parla delle vendite per telefono. Bertucci: "Ci sono tanti rischi. Le proposte che ci arrivano sono sempre poco vantaggiose. Spesso, si ha il contratto attivato anche quando si dice no durante la registrazione. E' meglio farsi spedire un'email con i dettagli dell'offerta. Non esistono offerte eterne. Diffidare da chi vi dice che quell'offerta vale solo per quel giorno".

  • 23:06

    In collegamento c'è Bruno Pizzul: "L'Europeo è uno dei grandi appuntamenti tradizionali. E' auspicabile un'unificazione del tifo. Sul piano della qualità individuale, non è la nostra migliore nazionale. Tatticamente, però, possiamo fare bene. Totti avrebbe meritato la qualificazione. Gli infortuni di Marchisio e Verratti hanno impoverito il centrocampo. Questa nazionale è simile a quella del mondiale 2010. Speriamo che l'esito non sia lo stesso. Se andiamo in finale, è giusto che Renzi si tenga libero".

  • 23:16

    Si parla di alimentazione. Va in onda un servizio dedicato al mercato del pesce. In studio ci sono Debora Rasio ed Emmanuela Bertucci. Rasio: "C'è un problema di costo e di salute". Bertucci: "Ci si tutela, guardando le etichette". Va in onda un servizio dedicato ai tramezzini. Rasio: "Il tramezzino va bene solo occasionalmente". Bertucci: "Il tramezzino non è così economico". Va in onda un servizio dedicato alle granite. Rasio: "Una granita senza frutta è equivalente ad un bibita gasata". Bertucci: "La granita di frutta è preferibile".

  • 23:24

    Va in onda un servizio dedicato al brunch. Rasio: "Unire colazione e pranzo e anticipare la cena fa bene". Va in onda un servizio dedicato ai cibi di strada. Bertucci: "Il costo è alto. Il livello di igiene si può controllare subito". Rasio: "Mangiare di notte è sfavorevole". Va in onda un servizio dedicato ai sostituti dei pasti. Rasio: "Mangiare poco a pranzo è l'errore nutrizionale più grave". In studio c'è Massimiliano Ossini. Va in onda un filmato dedicato alle conserve. Ossini: "Il problema è l'abbondanza di zuccheri e la scarsa presenza di frutta".

  • 23:32

    Va in onda un filmato dedicato ai rischi del latte crudo. Rasio: "Il latte crudo è il miglior latte che possiamo acquistare in commercio". Va in onda un filmato dedicato ai prodotti per la cura del corpo. Bertucci: "I consumatori non sono educati a leggere le etichette". Va in onda un filmato dedicato alle docce. Ossini: "Anche i prodotti naturali possono dare problemi".

  • 23:40

    Va in onda un filmato dedicato alla rimozione dei tatuaggi. Bertucci: "Non si ha idea della composizione chimica di questi prodotti. Anche togliere i tatuaggi è rischioso". Va in onda un servizio dedicato al lavaggio degli indumenti. Rasio: "Le sostanze chimiche dei detersivi possono causare dermatiti da contatto". Va in onda un servizio dedicato agli asciugamani. Ossini: "Dovrebbe essere cambiato una volta al giorno".

  • 23:48

    Va in onda un filmato dedicato alla pennichella pomeridiana. Rasio: "La pennichella provoca un rallentamento digestivo". Va in onda un filmato dedicato al vizio di mangiarsi le unghie. Bertucci: "Attenzione ai prodotti che aiutano a smettere di mangiarsi le unghie". Va in onda un filmato dedicato ai batteri in macchina. Rasio: "Quando stiamo in macchina, respiriamo sostanze chimiche pericolose". Ossini: "Il filtro va cambiato nell'auto ma anche a casa, nei condizionatori". Va in onda un filmato dedicato ai rischi della spiaggia. Rasio: "E' importante anche il contatto con la terra". Bertucci: "Parcheggiare l'auto in spiaggia è una pessima abitudine".

  • 23:56

    Va in onda un filmato dedicato ai rischi della piscina. Ossini: "Prima di entrare in piscina, la doccia è obbligatoria". In collegamento c'è Lucilla Titta: "30 cibi, se consumati regolarmente, sono in grado di abbassare il rischio di malattia". Va in onda un filmato dedicato alle spezie. Titta: "Tra i cibi consigliati, troviamo le fragole, i capperi, il cioccolato fondente, le erbe aromatiche, i legumi, i cereali. La carne va consumata moderatamente. Uova e formaggi, due volte a settimana. Il pesce, tre volte a settimana". Va in onda un filmato dedicato allo scongelamento. Titta: "I cibi congelati non sono da condannare totalmente".

  • 00:11

    Va in onda un filmato dedicato al lusso ad Ischia. Poco dopo, va in onda la copertina di Maurizio Crozza della scorsa puntata.

  • 00:27

    In studio ci sono Antonio Catricalà e Myrta Merlino. Si parla di truffe. Va in onda un filmato dedicato ai finti bonus del comune. Catricalà: "Leggere sempre i contratti, anche dopo averli firmati". Merlino: "E' difficile credere al comune che ti offre bonus direttamente a casa". Va in onda un filmato dedicato alle terapie fasulle. Merlino: "Truffare gli anziani è un orrore. Le truffe sono reati gravi". Catricalà: "Per una cosa del genere, si arriva fino a 10 anni di reclusione".

  • 00:35

    Va in onda un filmato dedicato alle truffe sentimentali. Catricalà: "E' difficile, in questi casi, riavere i soldi indietro". Merlino: "Non ci si deve innamorare sul web". Va in onda un servizio dedicato alle truffe legate alla ricerca di un lavoro. Merlino: "La rete è qualcosa di molto pericoloso. Con un clic, si impossessano della tua vita". Catricalà: "Chi ci offre lavoro, dobbiamo guardarlo negli occhi". Va in onda un filmato dedicato al virus Ramson. Catricalà: "Non pagare assolutamente il riscatto".

  • 00:39

    Va in onda un filmato dedicato alla vendita di titoli di banca per avere un mutuo. Catricalà: "E' una cosa che va denunciata all'Antitrust". Va in onda un filmato dedicato ai prestiti con cessione del quinto. Merlino: "La fiducia nelle banche dovrebbe essere essenziale". Va in onda un filmato dedicato all'ambasciata americana di Roma.

  • 00:55

    La puntata di stasera termina qui.

dimartedi-24-5-16-1.jpg

DiMartedì è un programma di approfondimento politico condotto da Giovanni Floris, in onda ogni martedì sera, a partire dalle ore 21:15, su La7.

DiMartedì | Anticipazioni Puntata 7 giugno 2016

Nella puntata in onda stasera, si parlerà delle elezioni amministrative di domenica, dei ballottaggi nelle grandi città e dei possibili riflessi sulla campagna per il referendum costituzionale di ottobre, degli scenari per il Partito Democratico e per il governo Renzi, delle attese del Movimento 5 Stelle, dopo l’exploit di Roma e, in parte, di Torino, e della partita aperta per la leadership del centrodestra che si gioca a Milano.

Si parlerà anche di economia, di tasse, di sicurezza, di truffe, di consigli sull’alimentazione e di cultura.

Tra gli ospiti in studio e in collegamento, troveremo l'avvocato Emmanuela Bertucci dell'Aduc e l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, John Phillips.

La copertina sarà a cura di Maurizio Crozza. Durante il programma, ci saranno anche i sondaggi di Nando Pagnoncelli.

DiMartedì | Dove vederlo

La puntata di DiMartedì di stasera andrà in onda su La7, a partire dalle ore 21:15.

Il programma è disponibile anche in streaming sul sito live.la7.it.

La puntata intera sarà successivamente disponibile sul canale YouTube di La7 Attualità.

DiMartedì | Second Screen

Il programma d'approfondimento politico di La7 condotto da Giovanni Floris ha una sezione sul sito ufficiale di La7.

La pagina ufficiale è disponibile anche su Facebook.

Per quanto riguarda Twitter, invece, esiste un account ufficiale: @diMartedi. L'hashtag ufficiale con il quale si può commentare la puntata è #dimartedi.

Per quanto riguarda il liveblogging, infine, il consueto appuntamento è su Polisblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:15.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO