Massimo D'Alema: "A Roma voterò per Virginia Raggi"

Almeno stando a un retroscena di Repubblica. Ma sarà vero?

Massimo D'Alema

aggiornamento 10.41 - Massimo D'Alema smentisce le frasi riportate da Repubblica: "I numerosi virgolettati riportati, a cominciare dal titolo, corrispondono a frasi mai pronunciate", ha spiegato la sua portavoce. Da notarsi come, comunque, D'Alema non abbia smentito di voler votare per la Raggi. (fine aggiornamento)

Massimo D'Alema odia talmente tanto Matteo Renzi che a Roma è disposto anche a votare la candidata del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi, per far perdere il candidato dem Roberto Giachetti e mettere così in serissima difficoltà il premier (che se dovesse perdere anche Milano, in effetti, se la vedrebbe grigia).

La storia è stata raccontata in un retroscena di Repubblica e, come sempre in questi casi, va presa con le pinze. Stando a quanto scritto dal quotidiano diretto da Calabresi, comunque, D'Alema si sarebbe lasciato andare a frasi del tipo "pur di cacciare Renzi voterei anche Lucifero".

Chissà. Quel che è certo è che D'Alema sta combattendo una battaglia vera contro Renzi, con l'obiettivo di liberare il Pd dalla sua leadership e restituirla alla sinistra progressista. Una battaglia che passa ovviamente dal referendum costituzionale, in vista del quale il "lider massimo" si prepara a costituire i comitati per il "no".

"Verrebbero ribaltati tutti i rapporti di forza, cominciando dal Pd", avrebbe detto D'Alema. "Una sconfitta del premier non provocherebbe affatto una crisi di sistema. Dopo di lui un'alternativa c'è, eccome". E chi sarebbe questa alternativa? Si parla di Michele Emiliano o di Massimo Bray. Ma la strada per arrivare a una cosa del genere è ancora molto lunga. In più, si sa, i piani di D'Alema raramente hanno successo.

Nel frattempo, dai piani alti del Nazareno sono arrivate le prime richieste di smentita.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO