Sondaggi Referendum Costituzionale: salgono gli indecisi

Momento di stallo, probabilmente in attesa di capirci qualcosa di più.

schermata-2016-07-13-alle-09-47-00.png

Se Atene piange, Sparta non ride. Più o meno è la stessa situazione che si ravvede negli ultimi sondaggi Emg sul referendum costituzionale di ottobre (o novembre?) 2016. Se è vero che per Renzi continuano a non arrivare buone notizie, è anche vero che anche il fronte del "no" che spera di abbattere il premier proprio grazie a questo appuntamento elettorale non ha molto di che gioire.

La verità, infatti, è che scendono sia i favorevoli che i contrari. Scendono anche gli astenuti. Gli unici che salgono sono gli indecisi: che passano dal 42,7 al 44,4%. L'astensione è invece al momento superiore al 40%, favorevoli e contrari sono superati da meno di due punti (tra il 26 e il 28%).

Prima che si faccia confusione con i numeri, chiariamo: fatto 100 il totale degli elettori che andranno a votare, il 40% è indeciso, il restante 60% si divide tra il sì e il no. Se invece si prende l'intero corpo elettorale, oltre il 40% non è intenzionato ad andare a votare.

Ma allora, perché scendono sia favorevoli che contrari? Probabilmente perché dopo mesi e mesi di personalizzazione dello scontro (in cui di fatto rispondere a questo quesito era dare un giudizio positivo o negativo su Renzi) adesso gli elettori sono più che altro intenzionati a capire quale sia il contenuto della riforma costituzionale che andranno a votare. E quindi aspettano che qualcuno dia loro un'informazione sensata.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO