Sondaggio referendum costituzionale 2016: i "no" ancora in vantaggio

Solo gli indecisi calano, mano a mano che il referendum costituzionale dell'ottobre/novembre 2016 si avvicina.

schermata-2016-07-27-alle-09-25-20.png

I sondaggi sul referendum costituzionale continuano a confermare il trend osservato nelle ultime settimane: crescono i favorevoli, ma anche i contrari. Il tutto è possibile per una semplice ragione: gli indecisi continuano a calare, com'è normale che sia mano a mano che il referendum previsto per questo autunno si avvicina.

I contrari al referendum che prevede principalmente la riforma del Senato sono cresciuti di sei decimali e hanno quindi raggiunto il 30,1% delle preferenze totali. Ma un po' di più sono invece cresciuti i favorevoli, che salgono di sette decimali e arrivano al 28,5%. La distanza tra le due parti, quindi, rimane abbastanza ampia, ma la strada da percorrere è ancora lunga.

Scendono invece drasticamente, e inevitabilmente, gli indecisi: arrivati al 41,4% sono però ancora la fascia elettorale più consistente. Ci sarà da fare un gran lavoro per entrambe le parti in causa per riuscire a portare quanti più possibile a schierarsi. Un lavoro duro soprattutto per Matteo Renzi, che su queste elezioni referendarie si gioca buona parte del suo futuro politico.

Rimane sostanzialmente stabile invece l'astensione, al 40,6%.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO