Verso l’Election Day 2009. Ancona perde il sindaco e il Pd si disgrega


Il sindaco di Ancona, Fabio Sturani, si è definitivamente dimesso, concludendo una agonia infinita che ha lacerato il Pd e il centrosinistra che governava Ancona, aprendo le porte al Commissario di governo, il prefetto Carlo Iappelli.

Non ci sono più le condizioni per andare avanti, avrebbe ammesso Sturani: Non voglio rendermi corresponsabile di un declino che Ancona non merita. Hanno vinto le beghe interne e i veti incrociati, la diffidenze, i particolarismi di singole forze e di singoli consiglieri'.

Fabio Sturani era stato eletto, guidando una coalizione formata da Ds, Margherita, Idv, Comunisti, Verdi e Socialdemocratici, il 30 maggio 2006, conquistando il 58 % dei voti mentre il candidato di Rifondazione era arrivato al 12%. Nel febbraio 2008 il sindaco è stato raggiunto da un avviso di garanzia per corruzione ma la Procura ha chiesto al gip l'archiviazione per prescrizione.

Anche ad (in) Ancona il centrosinistra, il Pd in particolare, arriverà dunque all'Election Day in pessime condizioni, con gli ex margheriti sul piede di guerra e con una spaccatura che non promette niente di buono...

Sturani, nella foto, è quello senza cappellino

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO