Usa 2016, Trump: "Obama e Clinton hanno fondato l'Isis"

Gli ultimi sondaggi non lo premiano, ma la strategia di comunicazione di Donald Trump non cambia. Il candidato repubblicano alla Casa Bianca è tornato ad attaccare Barack Obama e Hillary Clinton con argomentazioni complottiste e grossolane. Secondo il tycoon newyorchese, il presidente in carica e la sua rivale per le presidenziali 2016 sarebbero "cofondatori dello Stato Islamico". Ovvero, responsabili in in prima persona della nascita dell'organizzazione jihadista che continua a disseminare terrore in Medio Oriente e in Occidente.

Le accuse sono state pronunciate nel corso di una manifestazione in Florida, a Fort Lauderdale, e ripetute in un'intervista radiofonica mercoledì scorso. Nello specifico Trump ha dichiarato:

"E' Obama il fondatore dell'Isis, il fondatore, ok? E direi che la corrotta Hillary Clinton è la cofondatrice"

Per quanto concerne la questione terrorismo, Trump non aveva mai fatto dichiarazioni così pesanti sul conto di Clinton. In passato si era limitato, con un ragionamento ardito, ma più razionale, a dire che l'amministrazione Obama aveva dato sostegno ad Al Qaida in Iraq, gruppo dal quale poi è derivato lo Stato Islamico.

Successivamente, Trump, nel mese di giugno, senza affermarlo direttamente, aveva lasciato intendere che Obama fosse complice della strage strage nel nightclub a Orlando (Florida). In questo modo, l'esponente repubblicano ha confermato la sua tendenza a far proprie le teorie razziste e cospirative che circolano sulla figura del presidente. E non è detto che con l'approssimarsi del voto Trump non aumenti le sue uscite grottesche, visto che su un certo elettorato fanno grande presa.

In ogni caso, dopo le esternazioni di mercoledì, Clinton e i democratici hanno colto subito l'occasione per mettere in discussione le capacità del magnate, considerato inadatto a guidare la prima potenza economica mondiale. La candidata del partito dell'asinello ha parlato anche di parole "oltraggiose" nei riguardi di Obama.



Nelle ultime settimane, Trump ha registrato una caduta nei consensi. Dopo aver denigrato la famiglia di un soldato americano di fede islamica morto in Iraq e invitato i proprietari di armi da fuoco a impedire la vittoria della sua rivale, la sua popolarità ne è uscita danneggiata. Tanto che ora risulta essere indietro di otto punti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO