Corea del Nord: "lanciato un missile balistico da un sottomarino nel Mar del Giappone"

kim-jong-un-corea-del-nord.jpg

Ancora una provocazione di Kim Jong-un. La Corea del Nord, nella giornata di ieri, ha lanciato un missile balistico da un sottomarino. Ad affermarlo è l'agenzia stampa stampa sudcoreana Yonhap, ripresa poi dalla britannica SkyNews. Si tratta del terzo test di Pyongyang nel giro di quattro mesi: il primo è stato effettuato lo scorso 23 aprile, mentre il secondo ha avuto luogo il 9 luglio.

Secondo le forze armate di Seul, il Pukkuksong-1 slbm, partito da un sottomarino sinpo-class, è caduto nelle acque del Mar del Giappone, nelle vicinanze di Sinpo, nella provincia del Sud Hamgyong. A confermare il test ci sono anche Washington e Tokyo, che già il mese scorso avevano esortato la comunità internazionale a prendere misure più severe nei confronti di Pyongyang.

Per il ministero della Difesa americano, il lancio non può essere sottovalutato: si può parlare di esperimento riuscito. L'ordigno, infatti, ha percorso circa 500 chilometri prima di precipitare in mare. Ciò dimostrerebbe che la Corea del Nord è in grado di perfezionare un sistema missilistico capace di colpire sia la Corea del Sud sia il Giappone.

Molti esperti prevedevano che, per arrivare al massimo sviluppo del suo sistema, a Kim sarebbero serviti ancora due o tre anni. Inoltre, il sito 38north, associato alla Johns Hopkins University, a luglio, aveva rilevato la "presenza di test sempre più frequenti", ma metteva ancora in dubbio le potenzialità della Corea del Nord.

Dopo il lancio di ieri, le cose sembrano essere cambiate. La Corea del Sud teme che già dall'anno prossimo Pyongyang possa raggiungere i suoi obiettivi bellici. Il rischio più grande è che la Corea del Nord sia in grado di miniaturizzare bombe nucleari ed installarle sui propri missili.

Il lancio di ieri non è avvenuto in un momento qualsiasi. Proprio lunedì scorso, la Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno iniziato esercitazioni militari congiunte nella penisola coreana. Le esercitazioni avvengono periodicamente, ma quest'anno la tensione è particolarmente elevata, visto che Seul ha deciso di installare sul proprio territorio il sistema di difesa missilistico americano, Thaad.

Ricordiamo, infine, che le Nazioni Unite, con il sostegno della Cina, ha inasprito l'embargo di Pyongyang. Le nuove sanzioni sono arrivate dopo un esperimento nucleare che si è verificato a gennaio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO