Renzi e Merkel, summit a Maranello

Si è tenuto ieri il bilaterale Italia-Germania a Maranello, in provincia di Modena, con Matteo Renzi che ha accolto Angela Merkel accompagnandola per una visita presso gli stabilimenti della Ferrari assieme al presidente di FCA John Elkann.

Sono stati tantissimi i temi sul tavolo ma la ricostruzione post-terremoto è stato l'argomento che ha decisamente dominato l'incontro tra i due leader europei: il presidente del Consiglio ha annunciato che l'azienda del Cavallino rampante metterà all'asta una delle sue macchine più prestigiose partendo da una base d'asta di più di un milione d'euro, da devolvere all'emergenza terremoto.

Da parte della cancelliera tedesca è arrivata invece una promessa di aiuto specifica sul finanziamento della ricostruzione di una scuola. Renzi e Merkel hanno poi voluto salutare una delegazione dei soccorritori composta da Vigili del fuoco, Croce Rossa, Soccorso Alpino, Esercito, Aeronautica, Polizia, Carabinieri, Forestale, Protezione civile e Misericordia.

Al centro delle dichiarazioni dei due anche i fondi europei per la ricostruzione, un tema caldo viste le recenti scaramucce tra Roma e Bruxelles su coperture e spendibilità: secondo Renzi le spese per "la ricostruzione e l'emergenza sono già fuori dai vincoli" europei mentre per il progetto Casa Italia, che guarda all'intero territorio nazionale in materia di prevenzione, "l'Europa presenta degli strumenti che non devono essere valutati tra gli Stati ma con le istituzioni, già previsti dalle normative".

In tal senso l'Italia ha incassato l'appoggio della Germania, che si è detta disposta a garantire a Roma tutta la solidarietà politica possibile affinchè le spese per ricostruzione, emergenza e prevenzione vengano stanziate celermente e senza problemi di sorta da parte della Commissione UE.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO