Elezioni Usa 2016: alla Casa Bianca ci va chi spende di più

Nelle ultime dieci presidenziali statunitensi la vittoria è quasi sempre andata a chi ha speso di più nella campagna

Presumptive Democratic presidential nominee Hillary Clinton attends a town hall with about 100 millennials who are digital content creators and social media influencers, June 28, 2016, at Neuehouse in Hollywood, California.   / AFP / Robyn BECK        (Photo credit should read ROBYN BECK/AFP/Getty Images)

Hillary Clinton sarà la prossima inquilina della Casa Bianca. Se tutto andrà come da programma, l’ex first lady sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti. A dirlo non sono soltanto i sondaggi, ma una statistica riguardante le ultime dieci presidenziali statunitensi che ci dice che a vincere è sempre stato il candidato che ha speso di più, con una sola eccezione: Jimmy Carter più parsimonioso del suo avversario Gerald Ford nel 1976.

L’ultima elezione in cui il candidato più spendaccione ha perso, dunque, è vecchia di quarant’anni. Nelle successive nove campagne la vittoria è sempre andata al candidato capace di raccogliere la maggiore somma di finanziamenti elettorali.

Le campagne elettorali costano sempre di più e le macchine propagandistiche costruite per valorizzare il culto personalistico dei candidati in corsa per la Casa Bianca richiedono eserciti di spin doctor, analisti, sondaggisti e comunicatori.

John Podesta è l’uomo a capo della campagna di Hillary Clinton, Paul Manafort quello che gestisce la corsa di Donald Trump. Manafort è una vecchia conoscenza della politica statunitense, ma non solo visto che nel suo portfolio figurano clienti come il leader cleptocratico congolese Mobutu Sese Seko e altri capi di Stato davvero poco raccomandabili come Sani Abacha e Viktor Yanukovich.

Riuscirà Paul Manafort, forte di un’esperienza ormai ultraquarantennale, a ribaltare il pronostico che vede Trump battuto nell’election day del prossimo 8 novembre?

Nel 1976 Gerald Ford spese 36 milioni e Jimmy Carter “soltanto” 33 milioni per batterlo. Quattro anni dopo l’ex attore hollywoodiano Ronald Reagan spese 59 milioni di dollari, 9 in più del presidente uscente, e riuscì a conquistare la Casa Bianca. A continuare il filotto repubblicano arrivò, nel 1988, G. H. W. Bush, di 3 milioni più generoso del suo avversario Dukakis. Il patriarca della dinastia di petrolieri e politici fu poi battuto da Bill Clinton, il primo presidente a superare i 100 milioni di euro.

È negli anni Zero del nuovo millennio, però, che il costo delle campagne elettorali è letteralmente esploso: dopo aver vinto di misura su Gore nelle presidenziali del 2000, G. W. Bush ha raddoppiato la spesa della campagna elettorale passando da 187 a 355 milioni di dollari. Quattro anni dopo Barack Obama è diventato il primo presidente afroamericano della storia con una spesa di 760 milioni di dollari, più del doppio del suo predecessore e più del triplo del suo avversario McCain (240 milioni di dollari).

Nel 2012 Romney ha raddoppiato il budget dei repubblicani, ma i suoi 483 milioni di dollari non sono bastati per contrastare Obama e i 737 milioni raccolti dal fronte democratico.

I dati al 31 luglio 2016 ci dicono che Hillary Clinton ha speso 690 milioni di dollari e Trump 377.
Entrambi si avviano a infrangere nuovi record di spesa. In continuità con questi dati Hillary Clinton dovrebbe avere la meglio, ma una cosa è certa: chiunque siederà nello Studio Ovale si vedrà presentare il conto dai propri finanziatori.

Elezioni Usa: quanto costano le campagne elettorali?

1976 CARTER (democratico) 33 milioni di dollari, Ford (repubblicano) 36 milioni di dollari
1980 REAGAN (repubblicano) 58, Carter (democratico) 49
1984 REAGAN (repubblicano) 68, Mondale (democratico) 67
1988 G. H. W. BUSH (repubblicano) 80, Dukakis (democratico) 77
1992 B. CLINTON (democratico) 108, G. H. W. Bush (repubblicano) 97
1996 B. CLINTON (democratico) 115, Dole (repubblicano) 67
2000 G. W. BUSH (repubblicano) 187, Gore (democratico) 120
2004 G. W. BUSH (repubblicano) 355, Kerry (democratico) 332
2008 OBAMA (democratico) 760, McCain (repubblicano) 240
2012 OBAMA (democratico) 737, Romney (democratico) 483

***dati al 31 luglio 2016 Clinton (democratico) 690, Trump (repubblicano) 377

Via | Visao

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO