Siria: raggiunto accordo Usa-Russia: "La tregua inizia lunedì"

US Secretary of State John Kerry (L) and Russian Foreign Minister Sergei Lavrov attend a press conference following their meeting in Geneva where they discussed the crisis in Syria on September 9, 2016. The United State and Russia agreed a plan to impose a ceasefire in the Syrian civil war and lay the foundation of a peace process, US Secretary of State John Kerry said.  / AFP / FABRICE COFFRINI        (Photo credit should read FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)

Il segretario di Stato americano, John Kerry, ha reso noto il raggiungimento di un accordo per un cessate il fuoco in Siria. L'annuncio è stato dato a Ginevra, al termine di una maratona negoziale di 13 ore con il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov. La tregua avrà inizio lunedì 12 settembre e dovrebbe aprire finalmente la strada ad una transizione politica che ponga fine alla guerra civile scoppiata nel 2011.

L'intesa, sulla cessazione delle ostilità, arriva dopo due settimane di intensi contatti tra Stati Uniti e Russia e alla vigilia della festa Eid al Adha (festa musulmana del sacrificio). Mosca e Washington hanno superato le reciproche diffidenze e ora dovranno esercitare un forte potere di persuasione sui rispettivi alleati. In particolare, bisognerà verificare se Vladimir Putin riuscirà a convincere il presidente siriano, Bashar al-Assad Assad, a frenare le milizie che combattono per lui, inclusa Hezbollah. Per parte sua, Barack Obama dovrà tentare di spezzare le connivenze tra i "ribelli", il Fronte al-Nusra, di ispirazione quesdista, e gli altri gruppi islamisti che combattono il regime di Damasco.

"Gli Stati Uniti e la Russia hanno annunciato un piano che, ci auguriamo, servirà a ridurre la violenza e ad aprire la strada ad una pace negoziata e ad una transizione politica in Siria", ha detto Kerry da Ginevra. Il titolare delle diplomazia americana ha anche aggiunto: "siamo determinati a fare un passo ulteriore perché pensiamo che la Russia e il mio collega (Lavorv, ndr) possano fare pressione sul regime di Assad affinché ponga fine a questo conflitto".

Lavrov ha garantito che Assad rispetterà la tregua ed ha espresso la sua soddisfazione "per la ripresa del processo politico da lungo tempo in stallo". Tale intesa, dovrebbe dare il colpo di grazia allo Stato Islamico, ormai rinchiuso nei suoi feudi di Mosul e Raqqa.

L'accordo, stilato in cinque documenti ufficiali, comprende un coordinamento per la lotta al terrorismo, un'implementazione degli aiuti umanitari per le popolazioni stremate dalla guerra e la cessazione delle ostilità tra le parti. Sul piano strategico, poi, contempla la creazione di un centro comune tra le intelligence di Russia e Stati Uniti. La struttura faciliterà l'individuazione delle operazioni condotte dagli islamisti e i raid delle rispettive aviazioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO