USA 2016: la polmonite di Hillary Clinton cambia gli scenari?

La candidata soffrirebbe di polmonite. Ma i tanti timori sulle sue condizioni di salute, adesso, prendono altra consistenza, e potrebbero avvantaggiare Donald Trump.

Il malore avvertito ieri da Hillary Clinton durante la cerimonia in ricordo dell'11 settembre rischia di cambiare gli scenari per la corsa alla Casa Bianca. Difficile immaginare, oggi, una vittoria di un Donald Trump in estrema, e prevedibile, difficoltà; ma il quasi-svenimento della Clinton dà nuova consistenza ai sospetti che circolano da anni sulle sue effettive condizioni di salute.

E non è un caso che testate come il Washington Post facciano titoli come: "Le condizioni di salute di Hillary Clinton sono appena diventate una vera questione". Da quando, sul finire del 2012, Hillary Clinton aveva subito una commozione cerebrale che l'aveva costretto a stare lontana dalle scene per un po' e poi rifarsi viva indossando degli strani occhiali, un sacco di voci sulle sue reali condizioni di salute hanno preso a circolare.

È da allora che i canali più radicali dei conservatori picchiano come dannati sulla questione, speculandoci sopra senza nessuna cautela. Lo stesso Trump ci ha messo del suo, ma senza che mai questi sospetti siano riusciti a ottenere qualche conferma priva di 'bias'. Per tutte queste ragioni, lo svenimento di ieri è l'ultima cosa che Hillary Clinton avrebbe voluto che accadesse. Pare che il malore sia causato da una polmonite, ed effettivamente non può stupire più di tanto che una persona di 69 anni possa avere delle ripercussioni a livello fisico durante la massacrante e infinita campagna elettorale americana.

Ma adesso la ridda di voci ripartirà, e le modalità assolutamente partigiane con cui la questione viene sempre affrontata impediranno anche questa volta di capire chiaramente se le condizioni di salute di Hillary Clinton siano normali o meno. Per il momento, la candidata ha dovuto rivedere il suo calendario di iniziative (oggi salterà la tappa in California), e anche questa necessità rischia di ostacolare una corsa che, salvo casi eccezionale, sembra avere un finale già scritto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO