DiMartedì | Puntata 20 settembre 2016

DiMartedì: l'appuntamento con il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris.

  • 21.18

    Inizia la puntata. Floris annuncia gli ospiti di stasera: Mario Monti, Paola Meo, Maurzio Landini, Claudio Brachino, Piercamillo Davigo, Emmanuela Bertucci, Massimo Giannini, Antonio Catricalà, Elsa Fornero, Marcello Ticca, Maurizio Belpietro e Stefano Ceccanti.

  • 21.20

    Dopo un primo scambio di battute con Belpietro, ecco i sondaggi.

  • 21.26

    In studio Massimo Giannini.

  • 21.28

    Giannini sulla rottura con Merkel ed Hollande: "Renzi pone questioni giuste ma propone soluzioni sbagliate. Le critiche che fa all'Europa sono finalizzate alla richiesta di maggiore flessibilità in vista della legge di stabilità".

  • 21.33

    Secondo Giannini, Renzi "non se ne può fregare delle regole sottoscritte con l'Unione europea ma deve dire che sono sbagliate".

  • 21.35

    Giannini sostiene che sia "necessario rivedere il patto dell'obbligo di pareggio di bilancio che abbiamo sottoscritto".

  • 21.36

    Giannini ricorda la lezione di Ciampi: "Alcune cose in Europa possiamo farle ma non dobbiamo dirle. Bisogna avere la capacità di dire la verità come fece Ciampi". Ed ancora sull'ex Presidente della Repubblica morto pochi giorni fa: "Non fallì perché inventò la concertazione tra le parti sociali".

  • 21.38

    La copertina di Maurizio Crozza.

  • 21.40

    Crozza si dichiara: "Io amo Renzi".

  • 21.43

    L'imitazione del ministro Poletti.

  • 21.49

    In collegamento Elsa Fornero. Si parla di pensioni.

  • 21.51

    Fornero sull'anticipo pensionistico: "Non è controriforma, è una flessibilità concessa perché non deve essere sempre la collettività a pagare".

  • 21.53

    Fornero convinta che l'Ape non sia "pensata per fare un regalo alle banche".

  • 21.57

    Fornero: "Nessuno è obbligato a tenersi un privilegio. Ci sono meccanismi per evitarli. Si può anche rinunciare ai vitalizi".

  • 21.59

    In studio Landini.

  • 22.00

    Landini, sul tema pensioni: "Regole uguali a condizioni diseguali è sbagliato".

  • 22.02

    Fornero ricorda che la riforma delle pensioni fu fatta dal governo Monti in 20 giorni e in un contesto complicato.

  • 22.06

    Secondo Landini, l'Ape è sbagliata perchè prima bisogna cambiare legge Fornero che non è solidale. Quindi si dice scettico sul fatto che il sistema contributivo possa reggere.

  • 22.08

    Fornero: "Il prestito sulle pensioni basse non dovrebbe costare, ma anche i lavoratori precoci meritano considerazione".

  • 22.10

    Fornero fa notare che mandare le persone in pensione "a età giovane con pensioni basse non ha funzionato in passato"

  • 22.12

    Fornero: "Dobbiamo pensare che il lavoro sia inclusivo con giovani e lavoratori anziani, no alla logica fuori tu e dentro io". La replica di Landini: "Nessuno vuole insegnanti e infermieri di 67 anni, l'aspettativa di vita dipende dal lavoro che si fa".

  • 22.18

    Fornero insiste: "I giovani hanno più bisogno di lavoro meno precario prima che di una pensione".

  • 22.19

    In studio il senatore Monti.

  • 22.20

    Monti sul summit di Bratislava: "L'Italia non è riuscita a far valere le proprie ragioni".

  • 22.24

    Monti: "Se Renzi e l'Italia lavorassero sui contenuti, se provassero a convincere la Merkel, i risultati potrebbero arrivare".

  • 22.26

    Monti non si sbilancia sul referendum costituzionale: "Ma non è vero che con l'attuale Costituzione l'Italia non sia governabile".

  • 22.27

    Monti: "I costi della politica non sono solo gli stipendi dei politici ma i soldi del bilancio dello Stato che i politici distribuiscono per acquisire consenso".

  • 22.29

    Monti definisce "modesta" la crescita economica fatta segnare dal governo Renzi.

  • 22.34

    Piercamillo Davigo in studio.

  • 22.35

    Davigo: "La massoneria da un lato ha fatto l'Italia: Garibaldi era massone. Però negli ultimi decenni molto appartenenti alla massoneria sono stati condannati per reati gravi".

  • 22.40

    Davigo: "La politica deve valutare autonomamente rispetto alla giustizia, a prescindere dalla presunzione di innocenza"

  • 22.44

    Davigo precisa che "essere indagato non vuol dire essere colpevole"e che la politica dovrebbe "leggere gli atti per farsi un'idea".

  • 22.54

    Si apre la pagina dedicata all'alimentazione e alla salute.

  • 22.55

    Paola Meo e Emmanuela Bertucci in studio. Si parla anche di mosche.

  • 23.06

    Si parla di fumo di sigaretta.

  • 23.08

    Anche Claudio Brachino in studio.

  • 23.09

    Le case vacanze sono davvero pulite?

  • 23.14

    Si parla di pidocchi. Che, spiega la Meo, non sono sintomi di sporcizia dei capelli.

  • 23.17

    In onda un servizio sulla pelle del pollo.

  • 23.22

    Come scongelare i cibi. E poi i funghi.

  • 23.26

    Grazie a un servizio scopriamo che la regola dei 5 secondi (entro i quali raccogliere il cibo caduto sul pavimento) non vale.

  • 23.33

    Fish pedicure e animali in casa sono i temi di altri due servizi.

  • 23.40

    Marcello Ticca in collegamento. "La pizza a pranzo è una ottima idea, ma è un pasto importante. Il panino è molto temuto, ma non va demonizzato. È un piccolo pasto. Meglio quello integrale".

  • 23.46

    "Non è la pasta che fa ingrassare, ma solo l'eccesso di calorie. Meglio condire con verdure".

  • 23.49

    Dopo la pubblicità, l'inchiesta sulla prostituzione.

  • 23.56

    In Austria la prostituzione è legalizzata e regolata.

  • 00.04

    Viene riproposta la copertina satirica di Crozza della scorsa settimana.

  • 00.17

    In collegamento Maurizio Belpietro. Oggi in edicola il suo nuovo quotidiano, La Verità.

  • 00.18

    Belpietro: "Io licenziato da Libero per interessi di natura economica, la linea del giornale che dirigevo non era apprezzata".

  • 00.19

    Si parla anche del nuovo libro di Belpietro, dedicato ai 'misteri' di Renzi.

  • 00.25

    Abracadabra Baby.

  • 00.26

    In studio Catricalà e Brachino. Inizia lo spazio dedicato ai consumatori.

  • 00.32

    Si parla di truffe, con Brachino che rivela di essere stato derubato in Spagna dopo che alcune persone gli avevano chiesto una foto.

  • 00.37

    Catricalà invita ad essere "sempre attenti a cosa firmiamo" e ricorda "che abbiamo 14 giorni per la disdetta del contratto".

  • 00.43

    Si parla del referendum costituzionale. In studio il costituzionalista Stefano Ceccanti, favorevole al sì.

  • 00.45

    Ceccanti spiega che bisogna "cambiare la seconda parte della Costituzione per attuare meglio la prima".

  • 00.52

    Finisce la puntata. Alè.

dimartedi-7-6-16-4.jpg

Questa sera, 20 settembre 2016, va in onda su La7 alle ore 21.15 una nuova puntata di DiMartedì, programma di approfondimento politico condotto da Giovanni Floris giunto alla terza edizione. Su PolisBlog il liveblogging.

DiMartedì | Anticipazioni Puntata 20 settembre 2016

Nella puntata in onda stasera si parlerà di attualità politica e di alimentazione. Tra gli ospiti in studio il Presidente della Anm Piercamillo Davigo e l'editorialista di La Repubblica Massimo Giannini.

In apertura la copertina di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Dove vederlo

La puntata di DiMartedì di stasera andrà in onda su La7, a partire dalle ore 21:15. Il programma è disponibile anche in streaming sul sito live.la7.it. La puntata intera sarà successivamente disponibile sul canale YouTube di La7 Attualità.

DiMartedì | Second Screen

Il programma di Floris ha una sezione sul sito ufficiale di La7. DiMartedì ha una pagina Facebook ufficiale e un account Twitter. L'hashtag ufficiale con il quale si può commentare la puntata è #dimartedi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO