Siria, violata la tregua su Aleppo: attacco contro convoglio di aiuti

È fallito anche l'ultimo, ennesimo, tentativo di cessate il fuoco sulla Siria: ieri sera un convoglio di 31 camion che trasportavano aiuti umanitari della Mezzaluna rossa e della Croce Rossa Internazionale diretto ad Orum al-Kubra, nella provincia di Aleppo, è stato distrutto da un raid aereo poche ore dopo la denuncia da parte dell'esercito siriano dell'accordo sul cessate il fuoco negoziato da Stati Uniti e Russia.

Nell'attacco, che ha distrutto 18 dei 31 autocarri, hanno perso la vita almeno 12 operatori e l'autista di un camion:

"Se verrà dimostrato che questo attacco imperdonabile è stato deliberatamente pianificato per colpire il convoglio di aiuti, sarebbe equivalente a un crimine di guerra"

ha dichiarato Stephen O'Brien, responsabile delle operazioni umanitarie dell'Onu.

Nessuno è stato in grado di precisare la nazionalità degli aerei che hanno colpito il convoglio, ma nessuna formazione ribelle dispone di una forza aerea: si tratta con ogni probabilità dell'aviazione russa o siriana. Da ieri sera sono oltre 150 i raid condotti da russi e siriani sulla provincia di Aleppo.

Quello che è certo è che l'accordo di cessate il fuoco iniziato il 12 settembre, conformemente all'intesa stabilita tra Stati Uniti e Russia, ora è solo un pezzo di carta straccia, carbonizzato dalle bombe.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO