Via libera al nuovo regolamento del CSM

Il plenum del Consiglio Superiore della Magistratura ha licenziato, in seduta straordinaria, il nuovo regolamento interno del CSM. La seduta è stata presieduta dal capo dello Stato Sergio Mattarella.

Come spiega l'Ansa quello di oggi è l'atto più importante del processo di autoriforma del Consiglio: le nuove regole pongono fine alle nomine a pacchetto, che hanno favorito gli accordi a tavolino tra le correnti, e introducono per la prima volta, a certe condizioni, la pubblicità nei lavori delle Commissioni.

Si ridisegnano anche i rapporti tra i consiglieri e il Comitato di presidenza: i primi potranno chiedere all'organo di vertice di riesaminare le sue decisioni sul rigetto delle richieste di aperture di pratiche e in caso di conferma il vice presidente ne darà conto in plenum.

"Innanzitutto riscriviamo in modo sistematico, organico e completo la fonte delle regole di funzionamento del Consiglio Superiore della magistratura, le finalità sono quelle della trasparenza, leggibilità, conoscibilità degli atti del Consiglio, dell'efficienza e della collegialità. Le norme più rilevanti sono il definitivo superamento delle cosidette nomine a pacchetto, il prendere o lasciare, il sì o no che il plenum doveva esprimere fino a questo momento, a favore di un voto candidato per candidato anche su proposte alternative e il regime di pubblicità dei lavori anche della commissione quinta, con le modalità previste dal regolamento, che consentiranno di far conoscere meglio idee, proposte, voti, motivazioni su ciascuna delle proposte in scelte molto rilevanti per la giustizia italiana, quella dei capi degli uffici giudiziari. [...] Il confronto è stato ricco e approfondito, frutto del lavoro di un anno e mezzo, 66 sedute di commissione, 7 di plenum, la riforma interna ha conseguito 18 voti a favoro e 7 astensioni rispettiamo il voto di tutti, ma registriamo che molte delle proposte di chi aveva parere diverso sono state accolte, non tutte, e questo ha generato astenisone. Ma è normale e fisiologico, sono punti di vista diversi, l'espressione di un plenum che ha al suo interno molteplici ispirazioni culturali"

ha dichiarato ad Askanews il Vice-Presidente del CSM Giovanni Legnini.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO