Siria, via all'offensiva di terra di Assad

Le forze militari siriane fedeli al presidente Bashar al-Assad avrebbero riconquistato il controllo della zona nei pressi del quartiere al Farafira di Aleppo, nel cuore della città vecchia, strappandolo dalle mani dei ribelli sotto un diluvio di bombe. Dalla rottura del cessate il fuoco, oltre una settimana fa, quelli scorsi sono stati i giorni di bombardamenti più intensi su Aleppo dall'inizio della guerra civile e sembra essere giunto ora il momento dell'offensiva di terra da parte dei lealisti.

Per la prima volta dopo due anni, la linea del fronte si è spostata in avanti secondo quanto riferito da fonti militari siriane. Si tratta del primo concreto successo nel corso della controffensiva lanciata dal regime di Damasco per riprendere il controllo della città, da anni divisa tra zone ribelli e fedeli al governo. Al momento, unità militari del genio stanno procedendo al disinnesco delle trappole esplosive disseminate dai guerriglieri islamisti in fuga.

Le informazioni sono tuttavia ancora frammentarie ed è difficile comprendere la loro effettiva veridicità: fonti ribelli infatti affermano di aver fermato l'avanzata delle truppe di Assad e di averne uccisi a decine.

La, quindi, presunta riconquista giunge dopo diversi giorni di pesanti incursioni aeree da parte dell'aviazione siriana appoggiata da quella russa sui quartieri orientali di Aleppo dopo la rottura della tregua negoziata tra Washington e Mosca. Le violentissime incursioni aeree hanno spinto le potenze occidentali ad attribuire alla Russia la responsabilità di veri e propri crimini di guerra, accuse che il Cremlino ha rispedito al mittente giudicandole inaccettabili.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO