DiMartedì | Puntata 11 ottobre 2016

DiMartedì: la puntata dell'11 ottobre 2016 in diretta

  • 19.00

    Tra gli ospiti di stasera anche Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e autorevole esponente del M5S.

  • 20.35

    Ecco gli altri ospiti di stasera.

  • 21.18

    La puntata si apre con Floris in mezzo a Davigo e Colombo.

  • 21.23

    Luigi Di Maio in studio.

  • 21.26

    Di Maio sul referendum: "I cittadini sono disorientati, ci sarebbero problemi più gravi. Bisogna comunque discuterne nel merito".

  • 21.28

    Secondo Di Maio, il governo "ha fatto solo leggi slogan".

  • 21.30

    Di Maio: "De Luca non sta governando la Regione. Dovrebbe rinunciare all'immunità. Vale per tutti i politici, anche per la Muraro. Noi del M5S abbiamo rinunciato all'insindacabilità".

  • 21.31

    Di Maio si dice pronto al confronto tv con Renzi, ma si dice convinto che per il referendum sarà decisivo il confronto con la gente comune nelle città.

  • 21.33

    Di Maio: "Respingo l'idea che il M5S sia responsabile di tutti i problemi di Roma". E ricorda i 9 milioni stanziati dalla giunta Raggi per gli studenti disabili.

  • 21.37

    Di Maio: "I nomi delle leggi fatte dal governo sono stupendi, ma il testo delle leggi dice l'esatto contrario, sono delle fregature per i cittadini".

  • 21.38

    Di Maio: "Nella domanda del referendum ci sono tante bugie".

  • 21.39

    Le misure economiche in cantiere. Di Maio: "Bellissimi propositi, ma i soldi da dove si vanno a prendere?".

  • 21.41

    Di Maio sulla Raggi: "Ci sono differenze di vedute, è giusto che ci siano".

  • 21.42

    Di Maio: "Il nostro obiettivo è governare il Paese. E cambiarlo".

  • 21.43

    Maurizio Crozza.

  • 21.44

    Bersani pronto a sparare.

  • 21.47

    Crozza-Bersani a Di Maio: "Se servisse una minoranza nel suo direttorio io vengo via con niente. Posso portare anche Cuperlo!".

  • 21.49

    Di Maio: "Il M5S è una forza politica che deve ancora imparare tanto. Io in colpa per Marino? La vicenda scontrini è stata cavalcata principalmente dal Pd. Noi abbiamo chiesto le sue dimissioni per Mafia Capitale".

  • 21.54

    Massimo Giannini e Maria Latella in studio.

  • 21.57

    Di Maio: "L'Ape è una frode.. Bisogna mettere mani alle pensioni d'oro e alzare le pensioni minime oltre le soglie di povertà".

  • 22.00

    Per Di Maio con la lotta all'evasione si recuperano decine di miliardi di euro.

  • 22.03

    Di Maio: "No all'ipotesi del governo di scopo, se vince il no subito elezioni".

  • 22.09

    Di Maio ribadisce la richiesta di dimissioni di Visco: "Bisogna selezionare il governatore di Bankitalia per merito, non per i legami con la politica".

  • 22.11

    Di Maio: "Ancora non c'è un avviso di garanzia alla Muraro, non abbiamo potuto ancora leggere le carte".

  • 22.15

    Un servizio affronta il tema della quattordicesima.

  • 22.16

    Piercamillo Davigo in studio.

  • 22.22

    Davigo: "Serve attenzione nei rapporti tra magistratura e politica, l'errore a volte c'è perché il carico di lavoro è grande".

  • 22.24

    In studio anche Gherardo Colombo. Floris menziona il titolo del libro scritto dai due magistrati.

  • 22.27

    Secondo Colombo, "la corruzione prima era legata al finanziamento dei partiti, oggi è più anarchica e meno sistematica".

  • 22.30

    Per Davigo, "prima si rubava per finanziare la propria carriera all'interno dei partiti, non per i partiti". Colombo: "Penso che qualcuno lo facesse per i partiti, ritenendo lecito farlo".

  • 22.32

    Colombo sul referendum: "Come farà il sindaco a fare anche il senatore?"

  • 22.33

    Colombo: "Lo studente che non fa copiare il compito al compagno? Dobbiamo educarci a non imbrogliare il prossimo".

  • 22.36

    Colombo: "Al referendum voto no!".

  • 22.38

    Si apre la pagina economica. Giannini in studio.

  • 22.38

    Secondo Giannini, "Renzi ha bisogno della manovra per poter vincere il Referendum Costituzionale".

  • 22.41

    Giannini: "Se vince il No, Renzi dovrebbe andare da Mattarella e dimettersi".

  • 22.47

    Si apre la pagina dedicata all'alimentazione. E non solo. In studio Antonio Caprarica. Si parte da igiene e cravatte.

  • 22.57

    Sondaggi.

  • 22.58

    Nicola Zingaretti, governatore Regione Lazio, in studio: "Sono stato eletto per risolvere i problemi delle persone, non per raccontare in tv cosa faccio".

  • 23.01

    Secondo Zingaretti, il problema principale del Pd è che ha una "fragile identità unitaria e ha forti identità particolari".

  • 23.02

    Zingaretti: "Voterò sì al referendum".

  • 23.05

    Zingaretti: "Tra Bersani e Verdini preferisco Bersani tutta la vita, ma Verdini dal suo punto di vista ha ragione sulla coerenza".

  • 23.08

    Zingaretti: "Il taglio alla sanità è la riduzione della spesa che più di tutti è negativa per il Pil".

  • 23.09

    Zingaretti: "Io non sono l'opposizione della Raggi, sto facendo di tutto per aiutarla a governare. Mi fa paura il fanatismo nel suo partito. Le chiedo per favore un po' più di concretezza, perché Roma sta soffrendo".

  • 23.09

    Si torna all'alimentazione. Patatine fritte.

  • 23.11

    La differenza tra le patatine fritte a casa e quelle industriali.

  • 23.22

    Si parla anche di rischi alimentari delle feste dei bambini e di formiche.

  • 23.30

    Baguette e carne.

  • 23.33

    Un boccone di scarpetta costa 50 calorie circa.

  • 23.35

    Il professor Marcello Ticca in collegamento.

  • 23.37

    Ticca spiega che "quando facciamo attività fisica non è che poi possiamo permetterci di mangiare di più", in quanto è molto più facile e veloce assimilare calorie che smaltirle.

  • 23.41

    Ticca: "Mangiare pesce va benissimo, ma non si tratta necessariamente di un pasto ipocalorico".

  • 23.50

    In onda l'inchiesta sulla prostituzione. Oggi tappa a Barcellona.

  • 00.01

    Viene proposta la copertina di Crozza della scorsa settimana.

  • 00.10

    Si apre lo spazio dedicato ai consumatori. Bertucci e Beha in studio. Si parte dalle dentiere.

  • 00.15

    Si parla anche di truffe nell'acquisto di auto. E di investimenti in banca.

  • 00.19

    Bertucci nota che ci sono sanzioni per le pratiche scorrette delle banche, "ma i proventi vanno allo Stato e non al cittadino".

  • 00.28

    Bertucci: "L'anatocismo non si può applicare sulle cartelle di Equitalia, quindi sono nulle".

  • 00.28

    In studio Marco Ferrante, giornalista e scrittore che presenta il suo romanzo Gin tonic a occhi chiusi.

  • 00.37

    Finisce la puntata. Alè.

dimartedi-7-6-16-4.jpg

Questa sera, 11 ottobre 2016, va in onda su La7 alle ore 21.15 una nuova puntata di DiMartedì, programma di approfondimento politico condotto da Giovanni Floris giunto alla terza edizione. Su PolisBlog il liveblogging.

DiMartedì | Anticipazioni Puntata 11 ottobre 2016

Nella puntata in onda stasera tra gli ospiti ci saranno i giornalisti Massimo Giannini e Antonio Caprarica.

In apertura la copertina di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Dove vederlo

La puntata di DiMartedì di stasera andrà in onda su La7, a partire dalle ore 21:15. Il programma è disponibile anche in streaming sul sito live.la7.it. La puntata intera sarà successivamente disponibile sul canale YouTube di La7 Attualità.

DiMartedì | Second Screen

Il programma di Floris ha una sezione sul sito ufficiale di La7. DiMartedì ha una pagina Facebook ufficiale e un account Twitter. L'hashtag ufficiale con il quale si può commentare la puntata è #dimartedi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO