USA 2016, attivisti invitano Hillary Clinton a chiedere il riconteggio dei voti

Un ricco gruppo di attivisti guidato da esperti di computer e avvocati specializzati nelle procedure elettorali sta chiedendo a gran voce a Hillary Clinton e a tutta la macchina della sua campagna elettorale a chiedere il riconteggio dei voti in tre swing state, i cosiddetti stati in bilico in cui nessuno dei candidati ha un sostegno predominante, come Michigan, Pennsylvania e Wisconsin.

Il sospetto, dicono gli esperti in un lungo documento di 18 pagine, è che degli hacker stranieri siano intervenuti per manomettere gli apparecchi di voto - era stato lo stesso FBI a mettere in guardia a proposito di questa possibilità - e consegnare così quei tre Stati al candidato repubblicano Donald Trump.

Il sostiene di essere in possesso di sospetti fondati, ma in questa prima fase sta preferendo comunicare direttamente col team di Hillary Clinton prima di rendere pubblico quanto scoperto. In Wisconsin, dicono gli attivisti, Clinton ha ricevuto il 7% dei voti in meno nelle contee che si sono affidate al voto elettronico rispetto a quelle in cui si è votato col vecchio sistema di carta e penna.

Sulla base di questa scoperta, a Hillary Clinton sarebbero stati negati oltre 30 mila voti nel Wisconsin, dove la candidata democratica ha perso per appena 27 mila voti. Se dovesse venir accertato che ci sono state delle manomissioni, lo Stato andrebbe a Clinton e con esso anche i 10 voti del Collegio Elettorale.

Per fare in modo che Hillary Clinton vinca la corsa presidenziale, però, sarebbe necessario accertare manomissioni anche in Pennsylvania e in Michigan, dove il Collegio Elettorale ha 20 e 16 voti rispettivamente. Al momento - il Collegio Elettorale voterà il prossimo 9 dicembre - a Donald Trump sono stati promessi 290 voti del Collegio Elettorale contro i 232 di Hillary Clinton (per vincere le elezioni ne servono almeno 270). Se questi tre Stati finissero a Clinton, di fatto sarebbe proprio lei a poter entrare alla Casa Bianca per i prossimi 4 anni.

Dallo staff di Clinton tutto tace, ma per mettere in discussione il risultato e chiedere un riconteggio dei voti il tempo stringe: il termine ultimo per farlo in Wisconsin è il prossimo venerdì, in Pennsylvania entro lunedì e in Michigan entro mercoledì prossimo.

Former Democratic US Presidential candidate Hillary Clinton speaks to supporters at the New Yorker after her defeat last night to Donald Trump on November 9, 2016 in New York. / AFP / Brendan Smialowski        (Photo credit should read BRENDAN SMIALOWSKI/AFP/Getty Images)

Via | New York

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO