Referendum, Renzi annuncia le dimissioni: "La poltrona che salta è la mia" - video

Le prime dichiarazioni di Renzi dopo il voto


Referendum 2016 - Matteo Renzi annuncia le sue dimissioni.

La prima comunicazione del presidente del consiglio dopo i primi (ma già netti) risultati del referendum - con chiara vittoria del No - arriva a 00.04 con un tweet:

A 00.20 la dichiarazione di Renzi dalla sala stampa di Palazzo Chigi:

Percentuale d'affluenza superiore a tutte le attese, campagna in un contesto in cui i cittadini si sono avvicinati alla Costituzione, questo è bello e importante. Sono fiero e orgoglioso che il parlamento abbia dato l'opportunità di votare ai cittadini. Viva l'Italia che crede nella politica. Il No ha vinto in modo estremamente netto. Ai leader del fronte del No oneri ed onori. Tocca a chi ha vinto avanzare proposte sulla nuova legge elettorale. Agli amici del Sì un abbraccio forte, non siamo riusciti a convincere gli italiani. Mi assumo tutte le responsabilità della sconfitta, ho perso io. [...] Io sono diverso da tutti: ho perso, non sono riuscito a portare il Sì alla vittoria, ho fatto tutto il possibile. Andiamo via senza rimorsi. L'esperienza del mio governo finisce qui.

Alle 23, ora di chiusura delle urne, tutti gli exit poll già davano un ampio vantaggio per il No. Alle 23.10 Matteo Salvini (Lega Nord) è stato il primo politico a presentarsi davanti ai giornalisti chiedendo le dimissioni di Renzi. Renato Brunetta (Forza Italia) si è accodato pochi minuti dopo. A 00.25, dopo una lunga premessa, l'annuncio delle dimissioni da parte di Renzi, che ha ringraziato i suoi colleghi e la moglie Agnese.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO