Paolo Gentiloni: "Anis Amri è stato ucciso, Movio e Scatà hanno dimostrato coraggio e capacità"


Il premier Paolo Gentiloni ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa in seguito all'uccisione del presunto killer di Berlino Anis Amri.

Gentiloni ha voluto ringraziare le forze dell'ordine, l'intelligence e in particolar modo i due agenti che hanno fermato Amri, "il giovane agente in prova Cristian Movio, che è rimasto ferito, e il suo collega Luca Scatà, due agenti che hanno dimostrato coraggio e capacità professionali notevoli".

"Ho informato stamattina la cancelleria Angela Merkel riferendole che è stato ucciso Anis Amri", ha detto.

Gentiloni ha sottolineato "l'importanza di un accresciuto controllo del territorio, la collaborazione tra le diverse forze di sicurezza e dell'importanza di accentuare la collaborazione anche a livello internazionale".

Si è rivolto agli italiani che "si accingono a qualche giorno di ferie" dicendo di voler dare "la certezza che il governo farà il suo meglio [...]siamo impegnati più che mai sul fronte della sicurezza, abbiamo registrato una convergenza parlamentare larga".

Così si chiude l'intervento di Gentiloni: "Quanto è avvenuto stanotte consente a tutti i concittadini di sapere che lo Stato c'è e l'italia c'è".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO