Consip, Luca Lotti ascoltato dai pm: nega qualsiasi responsabilità

È stato ascoltato questo pomeriggio dai pm il ministro dello sport Luca Lotti, che risulterebbe indagato nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti della Consip.

Secondo quanto riporta Repubblica, Lotti "avrebbe negato di essere a conoscenza delle indagini in corso sulla centrale acquisti della pubblica amministrazione e, quindi, non avrebbe in alcun modo potuto rivelare circostanze sull'inchiesta".

Il ministro avrebbe inoltre detto di "non frequentare" l'amministratore delegato della Consip, Luigi Marroni.

Era stato lo stesso Lotti a chiedere di essere ascoltato dai pm quando Il Fatto Quotidiano pubblicò la notizia sull'indagine che lo riguarderebbe. Così aveva scritto Lotti il 23 dicembre su Facebook:

"Un giornale scrive che sarei indagato per rivelazioni di segreto d'ufficio in una inchiesta che vedrebbe indagato persino il Comandante generale dell'Arma dei carabinieri. È una cosa che semplicemente non esiste. Inutile stare a fare dietrologie o polemiche.
Sto comunque tornando a Roma per sapere se la notizia corrisponde al vero e, in tal caso, per chiedere di essere sentito oggi stesso. È una cosa che non esiste e non ho voglia di lasciarla sospesa".

Il legale di Lotti Franco Coppi ha detto all'Agi che il ministro "ha negato qualsiasi responsabilità dando dei riscontri e non ci sono state accuse formali".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO